Forse può sembrare una teoria scontata, tuttavia la preferenza maschile verso le donne vestite di rosso ha dei fondamenti scientifici. Tutto ciò che è scarlatto, infatti ha lo straordinario potere di risvegliare gli istinti primordiali assopiti nei maschietti.

Ad affermarlo è uno studio pubblicato sul “Journal of Personality and Social Psychology”, sintetizzato dal Daily Mail che ci informa sui risultati di alcuni test effettuati su un centinaio di volontari. La maggior parte di essi ha confermato l’attrazione verso le esponenti del sesso opposto che indossavano qualcosa di rosso.

Alla base della ricerca c’è l’Università di Rochester diretta da Niesta Kayser, che ha ideato alcuni originali test psicologici. A un primo gruppo è stata mostrata la foto di una ragazza con un top rosso, mentre un secondo gruppo esaminava l’immagine di una fanciulla vestita di blu. Pare che ai primi siano venute in mente solo domande civettuole da porre alla misteriosa “woman in red”.

In un secondo momento, i volontari dovevano scegliere dove posizionare una sedia in relazione al posto in cui era seduta la donna; la maggior parte delle sedie sono state piazzate accanto alla fanciulla in rosso, mentre è avvenuto l’esatto contrario con la fanciulla in blu.

Ma c’è di più. Questa preferenza ha origine biologica, e si spiega osservando il comportamento di alcuni animali come i babbuini: la femmina di questa specie, ad esempio si arrossa vistosamente quando è vicina all’ovulazione. Ecco che cosa ha affermato Niesta Kayser:

Le donne farebbero bene a indossare una camicia o un vestito rosso durante un appuntamento con un uomo che desiderano. Lo stesso vale per gli incontri online.