Il sesso non è un argomento di cui si possa parlare sempre tranquillamente. Alcune ragazze sono timide e hanno determinate remore a formulare determinate richieste fra le lenzuola, anche se si trovano con il proprio uomo in una relazione di coppia stabile. Certo, a qualcuno queste potrebbero apparire come delle inibizioni assurde, ma invece tutto dipende da molti fattori, quali l’educazione pregressa, l’atmosfera del momento e anche l’approccio del proprio uomo allo stesso argomento.

Intanto, bisogna sapere che il sesso è qualcosa cui si giunge per gradi: il passaggio può essere più o meno veloce, ma non importa, quello che conta è come il gioco finisce. Perché in fondo l’amore e il sesso sono giochi, e ci si deve approcciare sempre in maniera non troppo seriosa, per cui si dovrebbe flirtare un po’ prima di giungere al momento fatidico. Ma come si fa se non si ha il coraggio: basta essere semplicemente se stesse. Anche le ragazze semplici, quelle che non esagerano in ogni loro movenza o in ogni loro sguardo, hanno il loro fascino e forse ne hanno anche più delle altre, perché molti uomini sono attirati dal mistero.

Leggi l'articolo     LEGGI: 10 posizioni per l’orgasmo femminile    Leggi l'articolo

Saper affascinare un uomo significa anche apparire sexy. Si mettano da parte tutti quei luoghi comuni sul fatto che se un uomo apprezza una donna lo deve fare esclusivamente per la sua interiorità. Tutte le donne possono essere belle e sexy, magari per qualcuna ci vuole qualche seduta in più dall’estetista, ma l’impegno ripagherà il sacrificio. Non bisogna nascondere la propria esteriorità: si può nascondere o mettere da parte qualcosa la cui esistenza è dubbia, non qualcosa che c’è ed è tangibile. Molte si nascondono dietro a un dito, affermando che la nostra società dà troppo peso alle apparenze, ma si deve ricordare che il grande esteta Oscar Wilde diceva:

«Chi distingue la bellezza di un corpo da quella di un cuore non possiede né l’una né l’altra.»

Inoltre, si diceva che l’atmosfera conta tantissimo. Certo, ci si vuole sentire tutte “in the mood for love”, come recitava il titolo di un film asiatico di qualche anno fa, per cui via libera a candele, fiori profumati e magari luci soffuse. Ma quello che più conta è sentirsi a proprio agio, magari scegliendo casa propria come luogo del rendez-vous: un posto che si avverte come sicuro e tranquillo è sempre l’ideale. Poi, se si finisce tra le lenzuola e la lingua si blocca comunque, niente paura: a volte si può chiedere anche con il linguaggio del corpo, con la speranza che l’uomo di turno colga i segnali.

Fonte: She Knows.