Anche quest’anno toccano le solite vacanze al mare con il proprio compagno? Oppure è la prima volta che andate al mare con il nuovo lui? Che ci sia bisogno di portare brio alla coppia e alla vacanza, o in caso sia una nuova esperienza, non c’è niente di meglio che provare a fare sesso in acqua, per portare di sicuro giovamento all’eros e nuovo pepe alle vacanze.

Prima di lanciarsi in mare con il proprio compagno, è meglio fare alcune considerazioni anche se banali. Evidentemente se la meta è la spiaggia affollata di Cattolica, dove non ci sono altro che anziani e bambini a farla da padroni in acqua, è meglio tentare in orari ad hoc o cercare spiagge un po’ più private per tentare le proprie sperimentazioni. Perfetti i litorali un po’ più selvaggi con calette appartate. Ma se proprio non c’è una grotta nemmeno a cercarla per chilometri, si può sempre provare ad andare al largo, anche se fare sesso dove non si tocca può essere più complicato del previsto. Oltre a richiedere una certa prestanza fisica tra addominali e gambe.

Altro punto da tenere a mente: il preservativo. Evidentemente l’acqua salata non previene dal rischio né delle malattie sessualmente trasmissibili, specie se al posto del partner di coppia, si fa sesso con il bagnino o qualunque altro uomo appena conosciuto, né di gravidanze. Mettere il preservativo in acqua è abbastanza complesso, l’ideale è indossarlo prima di entrare, e comunque bisogna fare attenzione a non perderlo vista la scivolosità dell’acqua.

E ora si passi alle posizioni più facili da provare in acqua. Il dettaglio intrigante del fare sesso in acqua è che si è leggere, quindi il proprio lui ha molto agio e possibilità di movimenti, ergo si aprono più possibilità di manovre che in terra. Facile ad esempio è semplicemente incrociare le gambe intorno alla vita del proprio lui e lasciarsi andare al movimento di bacino. Non si suda, non si fatica ed è ampiamente soddisfacente. Sempre cercando di prestare attenzione a non essere osservati.

Oppure si può portare un materassino, arrivare al punto in cui l’acqua arriva in vita e stenderci sopra il busto e lasciarsi andare al sesso prese da dietro. Si può tentare anche senza alcun supporto, ma in quel caso il proprio lui dovrà prestarsi a uno sforzo fisico maggiore per mantenere equilibrio e stabilità. Ovviamente, se si fosse su un’isola praticamente deserta o di notte, si può tranquillamente stare sul bagnasciuga e farlo come se si fosse in casa propria. Ma con l’acqua e il chiaro di luna, o il tramonto o l’alba, a rendere le cose molto più eccitanti e romantiche.

Fonte: DonnaClick