Sesso in cambio di favori personali: un lavoro, la parte in un film, una ricarica telefonica o delle visite mediche. Non a caso, proprio ieri vi informavamo sulla vicenda di Gwyneth Paltrow, a cui venne richiesta una prestazione orale in cambio di una parte in una pellicola.

C’è chi si oppone, ma c’è anche chi accetta perché non vi vede nulla di male. Le motivazioni possono essere tante: a volte è la disperazione, spesso è una vera e propria convinzione.

Nello scegliere una scorciatoia non c’è proprio niente di male.

Questo è quello che hanno rivelato numerosi lettori alla redazione di Libero.it.

Secondo alcuni, usare l’avvenenza fisica per i propri scopi non è sbagliato, anzi è da stupidi non approfittarne. Ne è convinta Liliana, la quale afferma:

Ho voluto anticipare solo qualcosa che comunque sarebbe arrivato, ma perché aspettare, consegnare curriculum e attendere mesi? Tanto se non l’avessi fatto io, ce ne sarebbe stata un’altra a farlo.

Anche Luciana ha fatto la stessa cosa:

Perché aspettare troppo per una cosa che avrei potuto avere subito? Sono molto corteggiata. Mi sono detta: “Non si fa problemi lui che è sposato, perché dovrei farmeli io che sono libera, single, e giovane?”. Ho aiutato solo il destino. Tornando indietro lo… rifarei!

Non siamo qui per fare falsi moralismi e giudicare le scelte degli altri. Tuttavia vien da chiedersi fino a che punto sia lecito scendere a compromessi, soprattutto per lavori o mansioni che le donne potrebbero ottenere per diritto, anziché sfoderando le proprie capacità amatorie.