Siete infedeli e non riuscite in nessun modo a non tradire il vostro partner? La colpa sarebbe di un gene presente nel corredo cromosomico, che porta alla dipendenza dal piacere e, di conseguenza, tende a lasciarsi andare alle scappatelle e non solo.

Questo gene sarebbe infatti direttamente collegato anche alla dipendenza da alcol e gioco d’azzardo. Quindi, solitamente, chi è solito tradire la propria metà, ha anche qualche problema con il resto delle dipendenze, o almeno questo è quello che spiega una recente ricerca condotta da un gruppo di scienziati della State University di New York.

Più nello specifico, tale gene presente nel DNA è responsabile del rilascio della dopamina, un neurotrasmettitore implicato nel meccanismo del piacere e della ricompensa. C’è una diretta correlazione tra la variante del gene DRD4 e la propensione all’infedeltà, dunque chi ha questa variante ha una maggiore probabilità di lasciarsi andare spesso ad avventure hot di una sola notte.

Anche un altro gene, come dimostrato in passato, è collegato all’infedeltà: l’RS3 334, ovvero il recettore dell’ormone vasopressina, che possiede diverse varianti. Le variazioni presenti in una sezione di tale gene erano associate al modo in cui i soggetti esaminati si legavano al loro partner.

Chiaramente queste non devono essere una giustificazione per le trasgressioni. Anche se una componente fisiologica potrebbe in qualche modo essere collegata all’infedeltà, non bisognerebbe mai dimenticarsi del buon senso.