Meglio le parole o i fatti? Secondo un recente studio, a quanto pare per riaccendere la passione in camera da letto sono più importanti le prime, e magari un “Ti amo” può essere di buon auspicio per passare quindi anche ai fatti.

Da una nuova ricerca realizzata da Cozi, un’organizzazione americana che presta servizi alle famiglie, per il 51% delle coppie sposate americane intervistate una buona comunicazione è infatti un fattore assolutamente essenziale per una positiva intesa sessuale.

Galleria di immagini: Sesso con amore

Per molti intervistati una frase fondamentale per un buon rapporto di coppia come un “Ti amo” viene detta poco spesso, mentre troppo tempo viene invece impiegato, o sarebbe meglio dire sprecato, per discussioni futili: il 54% degli intervistati dichiara quindi di chiacchierare con il partner soprattutto di questioni logistiche, come le faccende legate alla routine quotidiana, ai figli o alla spesa dei soldi.

Questioni che certo non aiutano a riaccendere la fiamma e, anzi, un terzo delle coppie sposate ha dichiarato che gli errori nella comunicazione portano poi a seri problemi nel nucleo famigliare, con un coniuge su cinque che ha confessato di aver valutato l’opzione divorzio. Ma una cattiva maniera di approcciarsi non riguarda soltanto la relazione tra marito e moglie, con conseguenze anche sulla vita sessuale, bensì anche il rapporto con i figli: il 40% dei genitori intervistati ha infatti ammesso di parlare poco con i propri figli. E una buona comunicazione è fondamentale non solo per far funzionare le cose in camera da letto, ma anche all’interno della famiglia.