Negli ultimi tempi, una nuova tendenza si sta imponendo fra numerose coppie europee: l’open relationship, ovvero la relazione aperta a soggetti terzi, estranei al partner. Capita, perciò, che il marito frequenti altre donne con il benestare della moglie, e viceversa. A volte si vengono a creare veri e propri triangoli e quadrilateri amorosi, con uno o più individui, siano essi uomini o donne, inclusi a pieno titolo nella normale routine sessuale.

Aprire la propria relazione fa bene alle coppie in crisi? Mancano dati scientifici a supporto di questa tesi ma, analizzando qualche testimonianza, pare che nella maggior parte dei casi l’amore ne esca rinvigorito. Come è possibile?

Bisogna partire da un presupposto imprescindibile: l’insoddisfazione. Le coppie che si dedicano all’open relationship, infatti, hanno attraversato un momento di noia profonda, derivante dalla quotidianità della loro vita a letto. Si tratterebbe, perciò, di un disagio prettamente sessuale: non è un caso, infatti, che mariti e mogli coinvolti in queste pratiche si dichiarino follemente innamorati l’uno dell’altro. Un amore, però, a cui non corrisponde più la passione dell’erotismo, spenta da decenni passati a condividere ogni singolo momento della propria esistenza.

Conoscere nuovi amici di letto, perciò, può lenire le tensioni e, cosa più importante, riportare il fuoco della passione tra mura domestiche. Per perseguire la strada della coppia aperta, però, è necessario essere dotati di una volontà di ferro e, soprattutto, non essere soggetti alle gelosie: stress ed esaurimenti nervosi, infatti, potrebbero essere sempre in agguato. Dovrete essere in grado di accettare che il compagno, o la compagna, donino loro stessi ad altre persone e, qualora decidiate di condividere questo desiderio con amici e parenti, prepararvi ad accettare giudizi negativi. Per quanto utile e divertente possa essere, infatti, la coppia aperta è vista negativamente per il suo, seppur remoto, potenziale distruttivo sul legame amoroso. Questo accade quando non si riesce più a scindere tra mero sesso e affetto nei confronti del terzo partecipante, ovvero quando ci si innamora del proprio amico di letto.

In definitiva, pare proprio che allargare le proprie conoscenze sessuali permetta di rinvigorire se stessi e il partner, riacquistando contemporaneamente la libertà perduta e un profondo amore verso il compagno di un’intera esistenza. A patto di mantenere, però, un ferreo autocontrollo. E voi, che ne pensate? Avete mai deciso di aprire la vostra coppia? Chi non si sentisse pronto a fare un passo così estremo, può sempre accontentarsi di cambiare il proprio status su Facebook.