L’ansia da prestazione sessuale è da sempre considerata un problema tipicamente maschile. Secondo un recente sondaggio, però, sono sempre più le donne che ne sono colpite. Anche le donne iniziano a non sentirsi abbastanza all’altezza a letto.

Il sondaggio ha preso in esame le risposte di 600 donne tra i 18 e i 50 residenti a Napoli, Milano e Roma. Le risposte hanno portato a galla diverse problematiche, prima di tutte legate alla routine che rovina l’intesa e il rapporto sessuale.

Altre donne hanno evidenziato la paura di deludere il proprio partner, situazione che aumenta lo stress e di conseguenza il sentirsi non adeguate. Tra questo campione sono emerse anche donne che conducono stili di vita molto simili a quelli dell’uomo, con stress legato al lavoro che affievolisce, o elimina, il desiderio di un rapporto intimo coinvolgente.

La donna di oggi ha tante responsabilità, tanti impegni fuori casa e nella gestione e conduzione della famiglia. Continuamente sotto stress, cerca di fare il tutto al meglio, nonostante si senta schiacciata dalle responsabilità. Il tutto si traduce, quindi, nell’ansia da prestazione.

A differenza degli uomini, alle donne non capita di non riuscire a portare a termine il rapporto sessuale, il disagio è più mentale che fisico. Per questo, è consigliato il dialogo con il proprio compagno per provare a superare questa difficoltà e migliorare così l’intimità.