Il sesso di coppia può essere minacciato da molti fattori, più o meno importanti, che rischiano di pregiudicare l’umore o, addirittura, l’equilibrio dell’intero rapporto. Si è più volte parlato di come la fantasia e la creatività siano fondamentali, di come sia necessario stupire e coinvolgere il partner. Quello di cui, forse, si parla meno spesso è la presenza di bambini in casa. Sappiamo quanto siano curiosi, invadenti con innocenza, pasticcioni e molto avvezzi alla domande più imbarazzanti.

Il sesso di {#coppia}, in questi casi, potrebbe dunque subire una battuta d’arresto derivante dal timore di essere scoperti, di dover fornire spiegazioni imbarazzanti ai propri figli e, non ultimo, di sconvolgerli con scene non propriamente adatte a un pubblico di bambini. Tuttavia, la serenità della coppia, e dunque della famiglia, dipende in larga misura anche dai momenti che mamma e papà riescono a ritagliarsi sotto le lenzuola.

Certo è che la fantasia e l’improvvisazione giocano un ruolo fondamentale e la <a coppia dovrà, per forza di cose, adattarsi ai pochi momenti propizi che si presenteranno all'interno della giornata. Secondo il sessuologo Ian Kerner, avere dei figli non può assolutamente pregiudicare la vita sessuale di una coppia che, seppur con qualche escamotage, deve continuare a essere sana e serena:

«È necessario sviluppare una sorta di programma di sesso che si incastri perfettamente con il programma quotidiano dei bambini. Questo significa essere molto più creativi e, forse, fare sesso al mattino o una sveltina nel pomeriggio. Dove c’è una volontà c’è certamente un modo, ma bisogna essere creativi!»

Va da sé che la volontà è il punto di partenza fondamentale, ma non basta certo a tenere lontani fisicamente gli occhi indiscreti dei bambini. Tuttavia, esistono alcuni metodi per proteggere i momenti di intimità della coppia e, al tempo stesso, evitare quesiti rompicapo da parte dei propri pargoletti. L’azione più banale è quella di chiudere a chiave la porta della camera da letto. Facile e indolore, ma che cosa faranno, poi, i bambini in giro per casa?

Meglio tenerli occupati in modo da riuscire a gestire il loro tempo e tenerli al sicuro. Non serve farsi prendere dai sensi di colpa, per esempio, se si decide di piazzare i bambini davanti alla TV per una mezz’ora. Si può scegliere un film d’animazione che possa catapultarli in una dimensione magica e renderli insensibili, com’è tipico dei bambini, agli eventuali rumori provenienti dalla camera da letto. Assumere una baby sitter è di certo una soluzione migliore, specialmente se i partner hanno programmato un’intera serata romantica all’insegna del sesso e della passione.

Se i bambini sono neonati potrebbe essere più complesso per la coppia riuscire a ritagliarsi dei momenti di relax. La mamma, in particolare, potrebbe avere grandi difficoltà a godersi anche solo pochi minuti insieme al partner e lasciarsi dominare da ansia e preoccupazione piuttosto che dalle emozioni. Il consiglio del sessuologo Kerner è quello di spegnere o allontanare per il tempo necessario il baby monitor, affinché la coppia possa isolarsi dal mondo e raggiungere il piacere.

Meglio non lasciarsi scappare, infine, l’occasione del sesso mattutino sotto la doccia. Non c’è bisogno di sporcarsi per poi ripulirsi e il rumore dell’acqua scrosciante copre eventuali suoni sospetti. In più, si inizia la giornata sapendo di esser riusciti a fare due cose in un solo momento, sensazione molto rara per le coppie alle prese con i bambini di tutte le età.

Fonte: LilSugar.