Una recente ricerca commissionata da Playboy Channel ha dimostrato che le donne sono sempre più attratte dal mondo del porno. Un genere cinematografico, quello hard, che si pensava fosse quasi completamente dedicato agli uomini, ma che pare invece possa contare su un numero in rapida crescita di spettatrici. L’online magazine Jezebel, perciò, si è domandato cosa realmente le donne cerchino nella pornografia.

Il primo dato che emerge è che il genere femminile, soprattutto le giovanissime, va letteralmente pazzo per i film hard. Ma, a differenza dei compagni, sono preferite le pellicole dove viene presentata una trama possibilmente romantica. Niente amplessi forzati, perciò, e nemmeno scene di violenza: questi temi sono prerogativa esclusiva degli uomini.

Una tendenza assolutamente predominante delle fantasie erotiche femminili, inoltre, riguarderebbe il porno amatoriale. Le donne sono le maggiori consumatrici, e anche produttrici, di questo genere, da diverso tempo punta di diamante dell’attuale industria del sesso. La motivazione è presto spiegata: al genere femminile, anche in materia di sesso, piace confrontarsi con attori e attrici normali e arrivabili, in cui si possono facilmente identificare. Il porno amatoriale, in questo senso, allontana gli stereotipi delle pornostar rifatte e perfette e avvicina il piacere alle fantasie quotidiane, così come dimostrato dalle interviste condotte durante la survey:

Mi piace moltissimo l’amatoriale e vorrei l’industria si avvicinasse ai video diffusi sul Web, dove le donne mostrano orgasmi reali. Sarò anche vecchio stile, ma mi piace quando la coppia si bacia, quando sembra amarsi reciprocamente e quando si possono percepire tutti i suoni che sta producendo durante il sesso.

Romanticismo, affiatamento, normalità: questi gli elementi dell’hard in rosa. L’esatto contrario, invece, di quanto ricercato dal genere maschile, che anche nel porno vuole andare subito al sodo, prediligendo rapporti altamente scenografici e irreali dove l’affinità di coppia sia bandita.