Lo sdoganamento del porno è arrivato fino al cuore delle pudiche fanciulle di una volta: non ci credete? Basta osservare i risultati di una ricerca condotta da Durex sulle abitudini sessuali nel mondo.

Per un 11% di donne che vorrebbe teoricamente vivacizzare il rapporto di coppia con il porno, pare ci sia infatti un buon 26% che già mette in pratica questo desiderio, e con una certa regolarità.

No, tranquille, non stiamo parlando delle donne italiane, almeno non in queste percentuali; e non è soltanto una questione di tabù: fra diverse donne emancipate e indipendenti che conosco, sono tante quelle che non hanno mai visto un film hard in vita loro.

Eppure le donne che lo fanno sostengono sia stimolante e anche istruttivo; un grande aiuto in solitudine, ma anche un’inesauribile fonte di idee per la coppia. Le attrici porno si trasformerebbero così in insegnanti inconsapevoli di improbabili corsi di aggiornamento.

E fin qui è tutto positivo; salvo un paio di particolari che potrebbero non risultare così trascurabili. Data infatti l’autostima tendente allo zero delle donne e i complessi di inferiorità degli uomini, non so quanto sia incoraggiante la visione di corpi perfetti che si muovono armoniosamente e acrobaticamente e di autentici mattarelli che lavorano come martelli pneumatici.

Anche perchè, diciamoci la verità, guardare in video e poi ritornare alla realtà giocando al gioco delle differenze, in certi casi potrebbe risultare davvero penoso e dunque anche decisamente poco stimolante. E il film hard finirebbe per ottenere l’effetto contrario a quello ipotizzato e desiderato.

Con questo non vorrei scoraggiare l’intraprendenza delle donne e delle coppie di oggi, anzi. Cerco soltanto di mettervi in guardia dalle insidie nascoste nei vari paesi dei balocchi. Dunque, care donne, spassionatamente e senza peli sulla lingua: non illudetevi di trovare in giro spianatoi di dimensioni spropositate; la realtà è spesso molto più “dura” di quel che ci mostrano i video porno, ma non nel senso che sperate. Guardate, guardate pure e deliziatevi o disgustatevi, se necessario; ma sappiate poi essere immuni dalle conseguenze di inevitabili confronti. Anche perchè il vostro partner dovrà saper fare lo stesso.