Avete finalmente superato tabù e blocchi. E avete deciso che il prossimo regalo per voi stesse e/o per la vostra coppia sarà  un sex toy. Ma, essendo poca l’esperienza in merito, non sapete bene da dove cominciare.

Innanzitutto io partirei dalla definizione degli oggetti in questione (cfr. le parole sono importanti!): una blogger americana sostiene che chiamarli giocattoli non sia così stimolante; lei preferisce chiamarli “strumenti di piacere“. Pensarli come mezzi con cui aumentare le sensazioni personali o di coppia vi aiuta ad accettarli meglio? Allora cominciate a chiamarli strumenti, come detto, e avrete già fatto un primo passo.

Ok, una volta stabilita la definizione migliore, passiamo ad alcuni consigli pratici per l’acquisto (che ricordo ormai può avvenire tranquillamente su internet oppure tramite consulenti personali che non mineranno in alcun modo la vostra privacy! Insomma il vecchio sexy shop non è più un obbligo). Dunque quando vi avvicinate ad uno strumento del piacere ricordate di considerare:

  1. l’estetica; non perchè siamo superficiali, ma perchè anche un oggetto, per quanto inanimato, deve essere attraente (soprattutto considerato il suo scopo!)
  2. le dimensioni, che in questo caso contano davvero. L’oggetto è abbastanza grande da soddisfarci? E’ abbastanza piccolo da poter entrare tranquillamente in borsa o in valigia? E’ giusto per non farci del male? Creerà complessi di inferiorità al nostro partner? Tutte domande non di poco conto e subordinate ai nostri obiettivi di piacere
  3. potenza e opzioni, soprattutto se parliamo di vibratori; si tratta di quaità fondamentali per capire quanto l’oggetto ci aiuterà nel raggiungimento dei nostri scopi
  4. la modalità di ricarica; naturalmente un caricabatterie è più comodo delle classiche pile. Immaginate che la batteria vi abbandoni sul più bello e nel comodino non abbiate pile sostitutive…Il caricabatterie invece, se siamo attente, ci permette di avere il nostro strumento sempre pronto
  5. la rumorosità. Vorrete mica essere arrestate per stalking condominiale??!?
  6. il materiale; è importante sapere di cosa è fatto il nostro strumento, perchè a seconda del materiale può regalare sensazioni tattili differenti, ma è fondamentale conoscere anche “gli ingredienti” dello stesso, perchè alcuni prodotti chimici utilizzati talvolta per i sex toys possono risultare dannosi per la salute; inoltre alcuni materiali possono essere usati con altri accessori (come i preservativi) oppure no. Leggere la scheda informativa in tal senso è importante come il bugiardino delle medicine
  7. l’affidabilità che vi trasmette; se pensate che potrebbe rompersi al secondo utilizzo, passate ad altro
  8. il prezzo, naturalmente, che non sempre è sinonimo di qualità; potrebbe essere elevato per motivi commerciali che non hanno nulla a che vedere con il piacere; d’altra parte un prezzo troppo basso potrebbe essere davvero equivalente a scarsa qualità
  9. la pulizia. Il sex toy deve essere facile da pulire per rimanere igienico.

Galleria di immagini: Sexy Shop il Film: le prime immagini della commedia sexy dell'anno

Naturalmente poi i migliori acquisti si fanno con l’esperienza. Fatevi anche consigliare da chi ha comprato prima di voi (opinioni su internet) o dalla vostra consulente personale. Non ve ne pentirete!

(foto by InfoPhoto)