Il sexting è una pratica assai rischiosa, non solo perché si rischia di farlo con la persona sbagliata e di ritrovare in Rete foto compromettenti o altro, ma anche perché può essere l’incipit di una relazione a qualunque titolo. Che si parli successivamente di sentimenti o semplicemente di “friend with benefits”, il sexting è un corteggiamento in piena regola, anche se di natura spiccatamente fisica e sessuale a distanza. Ecco qualche consiglio per degli SMS davvero perfetti.

Il corteggiamento attraverso il sexting presuppone degli SMS che abbiano un testo breve ma anche fortemente evocativo. Quindi, se si vuole far decollare la propria relazione meglio evitare le abbreviazioni. Intanto, le abbreviazioni danno sempre l’impressione all’altro di avere a che fare con una persona immatura e poi si potrebbe aver a che fare con un grammar nazi, e quindi risultare un pessimo biglietto da visita. Inoltre, le parole vanno scritte per esteso anche per non generare incomprensioni.

Le parole in un SMS per il sexting devono essere comprensibili, quindi niente paroloni o giri assurdi e possibilmente si dovrebbe essere autoironici, se si ha questa capacità. Gli uomini apprezzano le donne che sanno giocare quando si tratta di sesso, anche a distanza, e in fondo il corteggiamento è una sorta di gara a rincorrersi, in cui però entrambe le parti vincono sempre. In ogni caso, bisogna sapere quando fermarsi, non solo per passare dalle parole ai fatti, ma anche per evitare che il gioco venga troppo a noia.

Quello che è importante però è anche la propria sicurezza. Bisogna conoscere bene il proprio partner del sexting, appunto perché alle prime schermaglie lui potrebbe avere la tentazione di inserire tutto online. Ancor peggio quando uno è molto preso da se stesso e non riesce a non cedere alla tentazione di mostrare le foto della donna che sta corteggiando agli amici. Tutto questo va evitato, come anche di tenere una cronologia degli SMS o delle fotografie di lui, in abiti succinti o peggio: non si vorrà che la propria migliore amica si trovi di fronte all’immagine imbarazzante di uno sconosciuto in abito adamitico mentre credeva di trovare quelle di cuccioli di gatto.

Fonte: Yourtango.