Molti uomini soffrono di Disordine Sessuale da Deficit di Attenzione, e le donne ne soffrono ancor di più di rimando. Le partner di questi uomini, che presentano un disturbo dovuto a eccessivo utilizzo di pornografia su Internet, sono delle ragazze infelici cui tocca di fare i salti mortali, perché in fondo l’amore si fa in due e si cerca sempre di essere in due durante l’atto, soprattutto al suo culmine.

I sintomi di questo disordine sono appunto un senso dell’assenza di questi ragazzi, spesso riscontrato dalle loro partner. Un senso di svogliatezza, come se mentre si fa {#sesso} si preferisse controllare il conto in banca. Inoltre, c’è una certa difficoltà da parte dei ragazzi che ne sono affetti a provare l’orgasmo: ci vuole di solito molto tempo e non sempre l’esperienza è soddisfacente.

E a volte tocca alle donne di raccogliere i cocci di un simile problema. Intanto bisogna considerare una cosa: quando si è a letto insieme, è sempre giusto aiutare il proprio partner a superare il proprio limite. Il Disordine Sessuale da Deficit di Attenzione è un segno dei tempi: gli uomini hanno il porno a portata di mano e si rifugiano in una scelta facile e senza complicazioni, quella della masturbazione, che richiede poco tempo, poco impegno e soprattutto poca fantasia.

Bisogna sforzarsi, perciò, a recuperare l’immaginazione. A letto, in fondo, anche una risata in più non fa mai male, per cui si può provare con dei giochi di ruolo che, nonostante spesso nei film sembrano ridicoli, possono aiutare a superare il problema. Inoltre, fa bene aiutare l’uomo a riprendere contatto con il reale corpo femminile: con tutte le donne sullo schermo che questi ragazzi sono abituati a vedere, difficilmente si potrebbe vincere la competizione, ma alla fine dei conti è il cervello che va stimolato durante il sesso, per cui è sempre la fantasia cui bisogna fare riferimento.

In certi casi, bisogna essere pazienti e non umiliare mai il proprio partner, in caso fosse altrove durante il rapporto sessuale. Infine, si può consigliare o invitare, anche non a parole, il proprio lui a staccare per un po’ la connessione al computer e dedicarsi alla propria amata in carne e ossa. Allontanarsi dalla masturbazione serve soprattutto a riprendersi dei periodi più brevi di periodo refrattario, che invece in presenza di Disordine Sessuale da Deficit di Attenzione diventa lunghissimo.

È vero che, tradizionalmente, è la donna la deputata a mantenere l’equilibrio di una storia anche sotto le lenzuola, ma forse in questi casi non guasta. Aiutare lui a uscire da questa impasse potrebbe rivelarsi persino divertente, basta non avvertire la tensione del proprio compito e apprestarsi ad avere la pazienza di Giobbe: non è detto che lui si riprenda dalla sindrome subito e facilmente.

Fonte: AskMen.