Gambe snelle e sane per tutte le donne con l’aiuto della natura e la scelta delle giuste piante. Spesso in inverno si cercano riserve extra di energia, magari nei dolci, e si tende a sentirsi più stressate e fuori forma. Anche le gambe subiscono gli effetti della vita più sedentaria e tendono a gonfiarsi a causa dei ristagni dei liquidi.

Esistono delle piante definite “adattogene” ovvero contenenti qualche sostanza capace di interagire con i naturali processi fisiologici dell’organismo e quindi in grado di riattivare il drenaggio, riducendo la ritenzione idrica e i cuscinetti di cellulite a tutto vantaggio della bellezza delle gambe e di tutta la silohuette.

Tra tutte le erbe ce ne sono 4, il ginseng, la withania somnifera, l’eleuterococco e la maca, che agiscono a livello ormonale e ripristinandone l’equilibrio donano un effetto sgonfiamento quasi immediato. L’assunzione di una di queste piante, scelta secondo le proprie specifiche esigenze, per la durata di un mese, assicura risultati soddisfacenti e visibili.

Il ginseng è forse la pianta più conosciuta tra le quattro, per le sue proprietà energizzanti. Viene coltivata nel nord della Cina e in Corea, ed è ottima per rivitalizzare i tessuti, stimolare il sistema endocrino, ormonale e immunitario, oltre che svolgere un’efficace azione antiossidante.

A causa del suo effetto molto tonificante il ginseng non va assunto insieme a caffè e alcolici e dovrebbe essere evitato in caso di patologie dell’apparato cardiorespiratorio. Per tutti gli altri la dose consigliata è una capsula al giorno al mattino o nel primo pomeriggio.

La Withania somnifera è una pianta molto utilizzata in India all’interno della cosiddetta medicina ayurvedica e ha proprietà ringiovanenti dell’organismo, infatti incide sul metabolismo cellulare rendendo la pelle più soda e compatta e combattendo anche le inestetiche smagliature. Si assumono estratti di withania nella quantità di 200-300 mg al giorno con un po’ d’acqua a colazione.

L’eleuterococco è un’altra pianta di origine orientale, diffusa in Siberia, in Corea e in Cina. Si può utilizzare per combattere la fame nervosa e i ristagni di liquidi grazie alla sua capacità di stabilizzare i livelli di glucosio nel sangue oltre che produrre un’azione antinfiammatoria e drenante ottima per snellire le gambe. Si assume sotto forma di estratto idroalcolico in dosi di 20-30 gocce al giorno per un mese, preferibilmente la mattina. È controindicato in gravidanza.

La Maca è un’erba che cresce in Sudamerica e precisamente sugli altipiani delle Ande. Contiene molti aminoacidi essenziali, ovvero i “mattoni” che costruiscono i muscoli. Inoltre è ricca ferro, calcio e vitamine del gruppo B in grado di agire a livello ormonale e avere un effetto sciogli-grassi. Se ne assumono 400-500 mg due volte al giorno, mai la sera.

Fonte: Obiettivo benessere.