Seduzione e cucina: un’arma vincente per gli appassionati e gli esperti di fornelli e ricette, ma anche un mondo sconosciuto e ostile per chi non riesce a conquistare il proprio partner prendendolo per la gola.

Proprio in soccorso di quest’ultima categoria, allora, ecco che arriva “Show Cucching“, il corso di cucina e seduzione ideato dal Mauri Lab, il primo laboratorio internazionale che sperimenta e mette a punto nuovi modi di rapportarsi al mondo della cucina grazie ai contributi delle tendenze culturali di ogni Paese del mondo.

Attraverso il sito Wellness Cucina, infatti, è possibile apprendere in dieci semplici passi i metodi per conquistare in cucina, coniugando armonicamente il cibo con la passione, la sperimentazione delle ricette con il benessere mentale derivante dal tempo trascorso ai fornelli.

Innamorarsi davanti a un succulento piatto di pasta o scambiarsi effusioni preparando una torta diverranno, così, gesti naturali e appassionati, ma anche originali e divertenti.

Il protagonista dello show, le cui puntate sono disponibili anche su YouTube e Facebook, è Simone Rugiati, già chef di programmi di Gambero Rosso Channel e Rai, e Nicoletta Merlo, amministratore delegato dell’azienda Emilio Mauri SpA e creatrice di Wellness Cucina. Ecco, qui di seguito, le dieci regole d’oro per sedurre in cucina:

  • Atmosfera: cura dei dettagli per creare un clima sereno e accogliente, dalle luci alla musica ai profumi;
  • Ingredienti di qualità: per intensificare al massimo le sensazioni e le percezioni di odori e sapori;
  • Vino: irrinunciabile se si vuole scaldare l’atmosfera ed entrare nel vivo della serata;
  • Pulire mentre si prepara: si scherza pulendo man mano e non ci stress dopo cena con l’accumulo delle cose da riordinare e pulire;
  • Stile: non creare un contesto eccentrico o noioso, sì all’equilibrio, allo stile e alla raffinatezza dei dettagli;
  • No a TV, cellulare e PC: isolarsi dal mondo per qualche ora aiuta a concentrarsi solo sulla conversazione e sul partner, evitando spiacevoli interruzioni;
  • Senza fretta: l’ansia e la velocità non si addicono a una cena fatta per risvegliare e stimolare i sensi;
  • Compiti divisi: ognuno deve contribuire a modo proprio alla preparazione della cena, per conoscersi meglio e rompere il ghiaccio;
  • Assaggi: spiluccare insieme le pietanze preparate aumenta la complicità e diminuisce le distanze, preparando il terreno a un eventuale bacio;
  • Leggerezza: tutti i gesti e le fasi della preparazione vanno vissuti con ilarità e complicità, in un’occasione per ridere insieme.