Il nuovo film di Martin Scorsese fa faville negli USA, vantando incassi da blockbuster: “Shutter Island” infatti, nella sua seconda settimana di proiezione, ha incassato ben ventidue milioni di dollari, raggiugendo così un totale di settanta milioni. Di certo non siamo ai livelli di “Avatar” (il colossal è situato a quota settecento milioni di dollari, battendo persino “Titanic”), ma Paramount Pictures non può di certo lamentarsi.

Un risultato considerevole quindi, grazie soprattutto all’ennesimo magistrale lavoro del regista Martin Scorsese, nonché a un grande Leonardo Di Caprio. “Shutter Island” è un thriller psicologico tratto dal romanzo di Dennis Lehane “L’isola della paura”, ed è ambientato negli anni ’50 quando il detective Teddy Daniels (Leonardo Di Caprio) deve recarsi in un ospedale psichiatrico situato in un’isola per indagare sulla misteriosa scomparsa di una paziente.

Dando invece un’occhiata alla concorrenza, al secondo posto si trova “Cop Out“, con un incasso di diciotto milioni di dollari circa nella sua prima settimana di lancio. Il film è previsto per aprile nelle sale nostrane con il titolo “Poliziotti fuori”, ed è interpretato da Bruce Willis e Tracy Morgan.

Medaglia di bronzo invece a “The Crazies“, remake del film di Romero “La città verrà distrutta all’alba”, con un incasso di sedici milioni di dollari. Un risultato soddisfacente, contando sul fatto che la pellicola è costata “solo” venti milioni di dollari. Il cast è composto da Timothy Oliphant, Radha Mitchell e Danielle Panabaker.