Un lutto nel grande vecchio mondo dello Zecchino d’Oro, la kermesse canora per bambini. Niny Comolli, la sua inventrice, è scomparsa la sera del 27 gennaio all’età di 94 anni. La Comolli è stata anche autrice di tante sigle televisive tra cui Portobello a Bim Bum Bam, oltre a più di seicento canzoni con Cristina D’Avena, e fondatrice del coro dei “Piccoli Cantori di Milano”.

Uno dei due primati più interessanti che la Comolli conquistò nella storia della televisione italiana è l’essere stata la prima musicista donna dell’orchestra della Rai: inizialmente, non essendo il pubblico pronto alla nuova presenza femminile, veniva nascosta da un paravento.

Ma quello per cui sarà ricordata è lo Zecchino d’oro, che nella sua prima edizione nel 1959 si chiamava “Festival di canzoni per bambini”. Il festival per bambini resiste al tempo da oltre cinquant’anni, senza mai cambiare la sua formula, che si è dimostrata vincente.

Niny Comolli sarà ricordata lunedì 1° febbraio a Palazzo Marino, a Milano, con un minuto di silenzio e con il discorso del presidente del Consiglio Comunale Manfredi Palmeri. Durante i funerali, canteranno per lei gli oltre cento bambini del coro dei “Piccoli Cantori di Milano” compreso un folto gruppo di ex allievi.