Un partecipante a un reality francese si suicida e il programma non viene mandato in onda. È accaduto a “Trompe-moi si tu peux“, reality show sull’amore, il sesso e le bugie. La trasmissione, registrata nella Repubblica Dominicana, doveva partire l’8 luglio, ma il suicidio di un partecipante ha fatto desistere la produzione.

Si tratta di Jean-Pierre, un parrucchiere di 32 anni, che si è ucciso, pare, a causa di problemi nel rapporto con il suo compagno, Angel, stewart di 25 anni. Entrambi avevano preso parte al reality, che sarebbe andato in onda su M6, la seconda più importante emittente privata in Francia.

Non si sa ancora se la tragica vicenda sia da relazionarsi con quanto è accaduto tra i due in trasmissione, ma certo la Francia non smette di essere al centro di polemiche per i suoi reality show tutt’altro che politicamente corretti. Dal “Gioco della morte“, in cui carcerieri credono di infliggere scosse elettriche a detenuti, ad altri programmi che inventano prove sempre più al limite dell’assurdo.

“Trompe-moi” a confronto è uno spettacolo per collegiali: una serie di personaggi da cliché, a mo’ di Grande Fratello, sono costretti a una convivenza forzata, mettendo a nudo il proprio lato sentimentale e le bugie dette per amore o per sesso. Ciononostante, la casualità stavolta è stata fatale per qualcuno.