La violenza sulle donne è in vertiginoso aumento, tanto che è stato coniato un nuovo termine ‘femminicidio’ una parola è entrata tristemente a far parte del vocabolario italiano, e che nasconde dietro di sè la continua violenza, a volte del tutto ingiustificata, sulle donne. Un fenomeno in forte espansione anche in Italia. Così, si rinnova anche quest’anno la Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne, voluta da Intervita, Organizzazione no Profit.

Anche Milano si è mobilitata per parlare della violenza sulle donne, così, dal 23 al 25 novembre, al Teatro Litta di Milano ci sarà ‘Siamo Pari! La parola alle donne’, una rassegna cinematografica che vuole sottolineare la difficile condizione che le donne stanno vivendo, i contesti quasi invivibili che sono costrette ad affrontare. Per accrescere la consapevolezza di quanto sta accadendo, si è scelto un mezzo di sicura presa, il cinema.

L’iniziativa è semplice e, nel contempo, significativa, un invito di Intervita, in collaborazione con Instagramers Italia, rivolto a igers e aspiranti fotografi a raccontare in uno scatto il tema ‘il diritto delle donne che vorrei fosse più rispettato.

Per approfondire l’argomento saranno presenti donne dai volti conosciuti: Francesca Senette, Elisa Di Francisca, Antonella Ferrari, Sarah Maestri e Andrea Miró. Partecipare è semplice, basta fotografare il proprio diritto taggandolo con l’hashtag #staizittacretina. Solo uno scatto per diventare un portavoce di ‘Wall of Rights’ di Intervita durante la rassegna.

C’è ancora tempo tutta la giornata di oggi, 7 novembre, per aderire al progetto, durante la rassegna cinematografica saranno premiate le foto più originali e rappresentative della campagna ‘Siamo Pari! La parola alle donne’.

Sarà possibile inviare le foto via mail a ‘info@siamopari.it’ e saranno pubblicate su Instagram attraverso l’account di ‘Siamo Pari’ e l’hashtag della campagna #staizittacretina.