Il presidente del consiglio Silvio Berlusconi torna a parlare dei motivi che, a suo dire, hanno causato le ultime sconfitte elettorali, partendo dalle amministrative prima per arrivare al successo dei referendum poi, che hanno bocciato la politica energetica e non solo del suo governo. Oggi, l’obiettivo delle critiche del Premier è Maurizio Crozza e il suo programma “Italialand“, in onda su La7.

Galleria di immagini: Silvio Berlusconi in TV

Secondo Berlusconi, le continue frecciatine e battute che il comico lancia su di lui dal suo show avrebbero contribuito in un certo qual modo a far calare il consenso dei cittadini nei confronti del suo partito, aumentando la già precaria situazione dovuta alla crisi economica globale e alla recente paura del nucleare che, secondo alcuni, ha favorito la vittoria del sì al referendum del passato weekend.

Non è la prima volta che il Presidente del Consiglio se la prende con alcune trasmissioni televisive ritenute troppo critiche nei suo confronti, è infatti accaduto a più riprese con “Annozero” di Michele Santoro, con “l’Infedele” di Gad Lerner e con “Ballarò” di Giovanni Floris.

E proprio la trasmissione di Rai 3 ha probabilmente fornito al leader del PDL lo spunto per menzionare Crozza tra i “colpevoli” delle ultime sconfitte elettorali, dato che il comico ligure, nel corso della passata puntata del programma, ha riservato a Berlusconi l’ennesima battuta, criticando la sua abitudine ad attaccare diversi talk show televisivi:

“Ma ce l’ha con tutti, con Santoro, Fazio, Gabanelli, Floris. Ma scusi Berlusconi le fa così schifo Mediaset che guarda sempre Raitre? Ne ha tre di reti, guardi un po’ anche quelle”.

La battuta di Crozza è ovviamente stata solo una delle tante riservate al Presidente del Consiglio, che con le dichiarazioni odierne attirerà probabilmente la reazione del comico di La7 in una delle sue prossime apparizioni sui vari canali nazionali.