Spuntano nuovi dettagli dalle indagini sul giro di soldi intercorso tra Silvio Berlusconi e le ragazze del “bunga bunga“. Se l’attendibilità di Ruby Rubacuori può essere messa in dubbio, i bonifici e i regali effettuati a beneficio delle ragazze dopo le serate ad Arcore sembrerebbero invece comprovare solidamente le accuse.

Sarebbero ben 280.000 euro quelli spesi dal Presidente del Consiglio per tredici automobili, poi donate ad altrettante frequentatrici delle sue feste. Molte di queste ragazze, ma non tutte, sono state indicate dalla Procura come occasionali prostitute nella villa di Arcore.

Galleria di immagini: Auto del bunga bunga

Quel che colpisce gli inquirenti è la metodicità con cui Giuseppe Spinelli avrebbe provveduto a regolare i conti tra il Presidente e queste giovani donne. In caso fossero di semplici (ma lussuosi) regali, si tratterebbe comunque effettuato con una prassi ben consolidata.

Presso una concessionaria di Monza sono state ordinate due automobili Mini One poi intestate a due diverse ragazze. I bonifici di pagamento riportano come ordinante proprio Silvio Berlusconi, tramite l’ormai famigerato conto al Monte dei Paschi di Siena.

Altre cinque Mercedes Smart Fortwo, quattro Mini, una cabriolet Volkswagen New Beetle, e una Land Rover da 70mila euro, sempre intestate a delle ragazze frequentanti la villa, sono invece state pagate con assegni circolari emessi con soldi provenienti da conti della Banca Popolare di Sondrio nella disponibilità del ragioniere Spinelli, tesoriere del Premier.

Il valore delle automobili, pur non trattandosi in genere di vetture di lusso, si aggira in media sui 22mila euro, per un totale di circa 280mila euro. Altri mezzi, una Honda Jazz e una Mini, sarebbero invece state acquistate in contanti da alcune ragazze, di cui sorprende la disponibilità economica.

A mettere gli inquirenti sulla strada dei regali “a quattro ruote” è stata proprio Ruby, in uno dei verbali della scorsa estate. La minorenne marocchina aveva raccontato di una promessa di regalo ricevuta da Silvio Berlusconi circa una Audi R8, che le sarebbe stata mostrata nella sua terza serata ad Arcore.

Dopo le verifiche sui conti bancari, e prendendo in esame le intercettazioni di altre ragazze, si sarebbe confermata la tesi secondo cui Spinelli, o lo stesso Berlusconi, provvedevano ad acquistare alcune automobili per poi intestarle a ragazze frequentanti la villa. Il tutto per il valore appunto di quasi 300.000 euro.