Silvio Berlusconi incontra il presidente del consiglio Mario Monti, al quale ha espresso tutte le sue perplessità circa la manovra adottata contro la crisi economica, invitando lo stesso Premier a consultare sempre il PdL prima di ogni decisione importante:

«Deve consultare il Pdl, perché siamo la maggior forza che lo sostiene. E se si va avanti con questa imposizione fiscale, le elezioni diventano possibili. Con la manovra è andata così, l’abbiamo approvata per questioni di urgenza, ma a Monti l’ho detto: è stata la prima e l’ultima volta.»

Galleria di immagini: Governo Monti

L’ex primo ministro Silvio Berlusconi è molto irritato dall’atteggiamento che il professor Mario Monti ha tenuto durante l’approvazione del Decreto Salva Italia e lancia un ultimatum:

«Ci deve essere una consultazione preventiva con il Pdl, prima dei provvedimenti, altrimenti non ci staremo. La manovra per questioni di urgenza l’abbiamo approvata ma a Monti ho detto che è la prima e l’ultima volta. Siamo sempre il sostegno più importante di questa maggioranza e il governo dovrà relazionarsi con noi prima di portare qualsiasi provvedimento in Parlamento».

Per ovviare a questo problema Silvio Berlusconi lancia l’idea di una consultazione permanente con i capigruppo e i segretari, per garantire il coinvolgimento dei partiti nelle decisioni del governo. Tuttavia questa ipotesi trova la ferma opposizione di Luigi Bersani, segretario del PD, che si dice contrario a questo tipo di controllo sul governo tecnico.

Fonte: La Repubblica