Porta la firma di Sergio Rizzo e Gian Antonio Stella e uscirà il prossimo 25 marzo. Si tratta di “Silvio forever“, biopic cinematografico non autorizzato di Silvio Berlusconi. Gli autori sono gli stessi del fortunato libro “La casta”, che metteva a nudo i politici italiani descrivendoli come intoccabili. Il film è diretto da Roberto Faenza e Filippo Macelloni e la sua genesi è stata finora tenuta segreta, per cui è una sorpresa per tutti che questo film sarà al cinema.

Naturalmente, come si evince dal trailer, montato in maniera assolutamente ritmica e accattivante, si parlerà delle donne del Premier o meglio, come le chiamava Totò, “le donnine allegre che non ridono mai”. Dalle grandi dichiarazioni del Presidente del Consiglio sul segreto del suo successo, fino alle ragazze di palazzo Grazioli che hanno ispirato “Lost in WC“, per finire con mamma Rosa Bossi Berlusconi, la quale annuncia candidamente:

Galleria di immagini: Le donne di Silvio Berlusconi

“Non vedrete mai delle foto di mio figlio con delle donne.”

In particolare le foto delle ragazze nel bagno di palazzo Grazioli entrano nel trailer dopo la dichiarazione di Berlusconi:

“In casa mia entrano solo persone perbene e, soprattutto, si comportano correttamente.”

Nelle note di regia si legge:

“E poi, col tempo, tutto ha cominciato a ruotare sempre di più intorno a lui. Solo a lui. Ossessivamente a lui: Silvio Berlusconi. Che, comunque la si pensi, al di là dei meriti per cui lo osannano e dei demeriti per cui lo disprezzano, è uno strepitoso personaggio della commedia dell’arte, capace di offrire miriadi di spunti per un’avventura cinematograficamente immaginabile.”

Da un lato le presunte scappatelle del Primo Ministro, quindi la sua trascinante simpatia, la sua autoreferenzialità che conserva comunque dei risvolti comici, ma anche la difesa della mamma, le apparizioni televisive di Berlusconi, le scene che l’hanno reso celebre a livello internazionale per delle gaffes. Questo e molto altro ancora sarà in “Silvio forever”. La docufiction sarà distribuita da Lucky Red.