Alla conferenza stampa di ieri per la presentazione della nuova edizione dell’Isola, Simona Ventura ha rilasciato una serie di dichiarazioni scottanti rispondendo alle domande e provocazioni dei giornalisti.

La conduttrice di Rai Due ha difeso a spada tratta la conduzione del suo Festival di Sanremo nel lontano 2004. All’epoca c’erano grosse polemiche sull’evento e la programmazione concorrente, come ad esempio il Grande Fratello, le ha messo i bastoni tra le ruote:

Sono contenta del successo meritato di Antonella, ma il mio Festival ha dovuto fronteggiare una forte programmazione. Perché sia toccato a me e non a lei non lo so. Ma è stato così. La situazione del mercato discografico era diversa e c’erano pressioni, derivanti anche dal mondo della politica, perché Sanremo chiudesse. Il livello delle canzoni del mio Sanremo era da Festival di Castrocaro. Anzi no, a un livello più basso di X-Factor!

Sul talent di Rai Due, inoltre, ha spiegato che c’è bisogno di modificare alcuni aspetti del programma e che sarebbe contenta di poter partecipare alla prossima edizione:

Sarei contenta di rifarlo, ma dovrebbero essere apportati alcuni cambiamenti radicali. Ne parlerò con l’azienda, ma pretendo un’indipendenza dalle etichette discografiche che al momento non vedo.

Inoltre la conduttrice dell’Isola dei Famosi si schiera ancora una volta con l’ex collega Marco Castoldi, in arte Morgan. Secondo la Ventura, il Pirata Morgan dovrebbe continuare a presenziare a X-Factor:

Fosse per me Morgan dovrebbe tornare, metterlo in esilio è sbagliato