Il 14 febbraio ricomincia il reality show “L’Isola dei Famosi” e l’attenzione dei fan è tutta concentrata su Raffaella Fico, ex-gieffina implicata nel caso Ruby. Nonostante le intercettazioni telefoniche venute a galla negli ultimi giorni, la produzione del programma di Rai Due ha deciso di non penalizzare la concorrente e lasciarla partire ugualmente.

Una mossa molto abile, per tenere incollati gli spettatori al teleschermo. In una nota, la Rai garantisce che la selezione dei concorrenti è avvenuta molto prima delle intercettazioni:

Galleria di immagini: Raffaella Fico

“Il cast della trasmissione è stato proposto dalla conduttrice Simona Ventura e dalla società produttrice Magnolia, discusso con il direttore di rete Massimo Liofredi e portato a conoscenza, come prassi e correttezza impone, del direttore generale, a tutela dell’azienda Rai. La selezione e la scelta dei concorrenti è stata effettuata molto prima che gli organi di stampa dessero notizie del caso riguardante la signora Raffaella Fico”

Tuttavia, se il direttore di Rai Due Massimo Liofredi avesse saputo del coinvolgimento della soubrette all’interno dello scandalo di Arcore, Raffaella Fico non avrebbe partecipato al reality:

“Il cast è stato portato al direttore generale Masi che ha dato la sua approvazione ma se mi chiedete se l’avremmo presa ugualmente sapendo che il suo nome era in quella storia, la mia risposta è no.”

Ma ora che la Fico è nel cast, già si pensa a come sfruttare il ciclone mediatico che la circonda. La stessa conduttrice Simona Ventura è pronta a chiederle di Arcore e delle cene del premier Silvio Berlusconi:

“Non sapevo che fosse in quelle intercettazioni, ma sono affari suoi, certo sono molto curiosa di domandarle cosa accadeva in quelle serate ad Arcore”.