L’insieme di sintomi fisici e psicologici che si manifestano durante la seconda parte del ciclo mestruale (vale a dire la fase luteinica) viene detto sindrome premestruale e colpisce fino al 25% della popolazione femminile italiana in età fertile. Inizia a fare la sua comparsa 7-14 giorni prima del flusso mestruale ed è caratterizzata da una varietà di sintomi fisici e psichici.

I fastidi più comuni, che variano da persona a persona, sono: gonfiore, crampi, mal di testa, ritenzione idrica, mal di schiena, depressione, pressione addominale, ansia, tensione mammaria, insonnia, sbalzi d’umore e acne.

Molte donne accettano questa condizione come una parte imprescindibile del loro ciclo mensile, ignorando che invece, con piccoli accorgimenti, i disturbi da sindrome premestruale possono essere alleviati. Praticare dello sport in maniera regolare, ad esempio, rappresenta un rimedio particolarmente efficace soprattutto per l’umore.

 Ecco quindi come combattere con il fitness la sindrome premestruale.

  • Durante la terza settimana del ciclo è fondamentale allenarsi perché il metabolismo rallenta.
  • Secondo i ricercatori della Northern Arizona University di Flagstaff (Arizona), dieci minuti di fitness al giorno sono sufficienti per vedere tutto più roseo, anche in caso di sbalzi dell’umore dovuti alla sindrome premestruale. Non è necessario strafare, perché se si supera questo lasso di tempo, non si registrano ulteriori miglioramenti.
  • Gli esercizi consigliati sono ad alta intensità e anaerobici (come il sollevamento dei pesi).
  • L’aumento degli estrogeni di questo periodo può rendere i muscoli più flessibili, il che significa che ne diminuiranno le qualità ammortizzanti rendendo più facile infortunarsi.
  • Lo yoga, il pilates, lo stretching e altre forme di rilassamento posso contribuire ad alleviare alcuni disturbi come l’irritabilità, l’insonnia e le alterazioni dell’umore.
  • Il nuoto e l’acquagym sono due pratiche sportive ottime, in questo periodo, per due motivi: da una parte aumentano i livelli circolanti di serotonina e dopamina, dall’altra sono un valido alleato contro le gambe gonfie e pesanti.
  • Per aiutare la circolazione e a combattere la ritenzione idrica è importante fare passeggiate all’aria aperto, nuotare o correre ed evitare il più possibile la sedentarietà.