Momenti di paura per Sinead O’Connor, la cantante irlandese che ha fatto allarmare i suoi fan con un post condiviso sul suo profilo Facebook. Inizialmente si era pensato ad un’ennesima provocazione ma, stando alle sue parole, la situazione è risultata subito molto preoccupante.

Nel messaggio lanciato sul social l’artista annunciava in maniera seria il suo suicidio, causato da una dose massiccia di droga:

“Le ultime due notti mi hanno sfinito. Ho preso una dose eccessiva. Non c’è altro modo per ottenere rispetto. Io non sono a casa, sono in un albergo, da qualche parte in Irlanda, con un altro nome. Una donna può sopportare fino a un certo punto“.

Un vero e proprio post di addio, in cui la donna ha accusato la sua famiglia di essere terribilmente crudele, facendo riferimento alla lotta legale che sta portando avanti contro due dei suoi ex mariti che le impediscono di vedere i figli più piccoli, Shane Lunny di 11 anni e Gesù Bonadio di 8:

“Se non avessi scritto questo messaggio, la mia famiglia e i miei figli non l’avrebbero neanche saputo. Per loro sarei potuta essere morta già da settimane. […] Mi considerate feccia e invisibile. Finalmente vi sbarazzerete di me”.

Dopo una dichiarazione di morte del genere sono scattate immediatamente centinaia di chiamate di soccorso alle forze dell’ordine che hanno rintracciato la rockstar dopo diverse ore. Fortunatamente adesso la donna, alla quale da tempo è stato diagnosticato un disturbo bipolare, è fuori pericolo e la stessa polizia ha voluto rassicurare tutti i suoi fan:

Sinead è al sicuro e sta bene“.