San Valentino può essere come il Natale per molte persone, single soprattutto, cioè deprimente. Perciò si può scegliere di considerarlo un giorno come un altro, oppure elevarlo a “giornata della consapevolezza single”. Se è questo il caso, ci sono una serie di cose che si possono fare per combattere la depressione in questo giorno stipato di cuoricini.

Ecco qui perciò una lista di dolci attività da svolgere soli o con amici nel fatidico giorno, sempre se non si è scelto semplicemente di ignorarlo.

Galleria di immagini: anti s valentino

Concedersi un massaggio è il primo consiglio per combattere la tristezza. Il secondo punto della lista è iscriversi a un qualche corso, di cucina, cucito, una lingua straniera, disegno. Non solo perché imparare qualcosa di nuovo è un ottimo modo per aumentare la stima di sé, ma anche per conoscere gente nuova, e magari tra questi anche l’amore.

Visto che San Valentino si è trasformato nella giornata del cioccolatino per antonomasia, perché non lasciarsi andare alla gola nonostante tutto? È risaputo che il cioccolato ha effetti del tutto benefici sull’umore.

Se poi si è esagerato con i dolci, anche fare dell’esercizio fisico è un modo per combattere la tristezza. Si potrebbe andare proprio il 14 febbraio a correre in un posto suggestivo, in spiaggia o in un parco.

Anche i single possono godersi i film d’amore di cui sicuramente sarà pieno il palinsesto televisivo per il 14 febbraio. L’importante è guardarli con l’occhio disincantato di chi sa che le commedie romantiche sono belle ma irreali. Se poi viene un colpo di tristezza, basta spegnere. Altro modo per concentrarsi sul “giorno della consapevolezza single” potrebbe essere concedersi manicure, pedicure, trattamenti di bellezza, o una seduta dal parrucchiere. Soli o con amiche, il morale alto è assicurato.

E sempre all’insegna della gioia dell’essere single, invece che fissare inebetiti gli innamorati scambiarsi doni, la soluzione è indirizzare quello che si sarebbe speso per il proprio innamorato su se stessi: farsi un regalo è sempre un buon modo per tirarsi su.

Cosa farne invece di tutte quelle cartoline piene di rose e cuoricini che si trovano dappertutto? Una soluzione potrebbe essere regalarle agli amici, un modo scherzoso per passare una serata. Se il solo pensiero di cuori e rose rosse vi manda in bestia, allora approfittatene per fare qualcosa che avevate rimandato da tanto, possibilmente di produttivo e concreto, come pulire casa, riparare qualcosa.

In alternativa si potrebbe organizzare un party per single, un modo per festeggiare la giornata dei non innamorati. Ma si possono anche includere gli amici accoppiati e farne un semplice party di non San Valentino.

Se proprio non riuscite a non pensare al fatto che siete soli e tristi, allora guardatevi intorno. Potreste dare un’altra chance a un collega o un amico che in principio avevate scartato. Se non è questo il caso, provate con gli appuntamenti online, potrebbero sorprendervi. Comunque vadano le cose, alla fine della giornata, concedetevi quelle 8 ore di sano riposo, che il sonno tranquillo è uno dei primi modi per combattere tristezza e depressione.