Donne single e carriera: un connubio che si sposa bene, in generale, ma attenzione a non commettere errori apparentemente banali che possono, invece, dare un’impressione sbagliata al proprio interlocutore, che può essere un potenziale datore di lavoro ma anche un cliente importante per l’azienda.

Il linguaggio del corpo aiuta molto a lanciare i messaggi giusti, tuttavia per chi non lo conosce può rappresentare un boomerang pericoloso. Prima di tutto una donna single deve curare al meglio l’abbigliamento su lavoro.

Vero è che l’abito non fa il monaco, ma per fare carriera non bisogna indossare qualsiasi cosa si abbia nell’armadio ma solo i capi giusti che aiutano a mostrarsi professionale. Ecco che, allora, è necessario osservare e imparare dallo stile tipico delle donne manager e imitarle.

Per di più è necessario ampliare il guardaroba a seconda del tipo di ufficio e del livello raggiunto. Inoltre, una buona stretta di mano, solida e sicura, trasmette senza dubbio un segnale molto positivo, professionale e sinonimo di competenza, soprattutto se si è single e si ha un ruolo di spicco. Pertanto è meglio concederla sempre in maniera possente.

Secondo una ricerca condotta presso l’Università della California, inoltre, è importante valutare bene la parte del viso nella quale si posa lo sguardo. Quando una donna, sostengono gli esperti, mentre parla si concentra sulla bocca del suo interlocutore, dà un messaggio sbagliato e può essere giudicata come pettegola più che come una professionista.

In realtà la donna in carriera dovrebbe immaginare un triangolo la cui base sono gli occhi e l’apice è la metà della fronte, concentrandosi su quest’area mentre sta parlando con qualcuno nell’ambito degli affari. Non è facile, e ci possono essere delle eccezioni, ma fondamentale è non farsi distrarre facilmente anche solo per pochi secondi da altre parti del corpo.

Bisogna evitare anche di slanciare il corpo troppo in avanti durante il colloquio di lavoro e di giocare con i capelli, mantenendo invece una postura rilassata e composta (ma non troppo legata, indice, invece, di insicurezza e/o chiusura). Evitare assolutamente di flirtare con il corpo: è vero che tendenzialmente la donna single tende a essere più femminile, ma questo fatto non deve essere esasperato, poiché risulterebbe davvero controproducente per la reputazione e la carriera, soprattutto se l’interlocutore è un uomo.

Il modo di camminare in ufficio è altresì importante: la postura eretta deve essere accompagnata dallo sguardo che si rivolge direttamente alla persona con la quale si interagisce e per la giusta quantità di tempo, ma senza esagerare. Questo trasmette serietà e consapevolezza del proprio ruolo.

I gesti in generale devono essere pochi ma espliciti: se possibile evitare di gesticolare durante gli approcci con i colleghi, poiché è vero che aiuta a esprimersi ma potrebbe essere interpretato come sintomo di incertezza.

Fonte: Singlemindedwomen