Con il vento di primavera che comincia a soffiare, quello della cervicale è un problema che si può manifestare molto spesso. Il dolore cervicale o cervicalgia è un disturbo decisamente molto comune, ma si presenta sotto varie forme di sintomi. Come riuscire a distinguerla?

La cosa non è affatto semplice, visto che diversi sintomi sono comuni con molte altre patologie, anche con parecchie che non hanno nulla a che fare con essa. Il consiglio è quindi quello di consultare uno specialista in modo da poter avere una diagnosi più precisa. 

Galleria di immagini: Spa: immagini delle più belle e raggiungibili

Se volete comunque farvi una prima idea, i principali sintomi della cervicale possono essere: mal di testa, dolore alla fronte e sopra gli occhi, cerchio alla testa, dolore al collo, scricchiolii nel torcere il collo, crampi, giramenti di testa, tendenza a perdere l’equilibrio nausea, tachicardia, formicolii alle braccia, debolezza degli arti superiori, disturbi nella deglutizione, acidità di stomaco, rossori in volto e disturbi dell’udito.

Una volta riconosciuti i segnali e avuta conferma da un esperto che si tratta effettivamente di cervicale, potete procedere a quelle che sono le cure. Anche in questo caso però naturalmente i rimedi possono essere parecchio diversi a seconda delle cause che hanno portato al vostro specifico disturbo.

Noi comunque vi diamo alcuni consigli che possono essere generalmente utili nel curare tutti i tipi di cervicale e possono farvi ritornare in forma. Per prima cosa vi consigliamo di praticare qualche sport, fare attività fisica e adottare tecniche di rilassamento. Cercate quindi di scaricare lo stress e alleviare ogni fonte di possibile tensione che può stare alla base dei vostri disturbi e che possono renderli ulteriormente acuti. Infatti è importante curare la patologia non solo a livello fisico ma anche a un livello di tensione mentale.

Naturalmente il disturbo va trattato anche a livello fisico e quindi sono consigliati dei massaggi piuttosto frequenti (e magari anche una visita in un centro benessere) in grado di rilassare e distendere i muscoli.

Un altro elemento da prendere in considerazione è la postura del vostro corpo: sia quando siete sedute che quando camminate per strada, dovete infatti evitare posture scorrette che possono peggiorare i vostri dolori. Per la notte è invece consigliabile un cuscino cervicale, d’altra parte lo dice il nome stesso: per riposare nella maniera migliore e curare (ma anche prevenire) lo spinoso problema è l’oggetto migliore che possiate procurarvi per il vostro collo.

Per quanto riguarda le terapie utili per curare la cervicale, anche in questo caso dipende se il dolore è solo temporaneo oppure è un problema che si manifesta con una certa regolarità. A seconda dei casi, si può dunque procedere con farmaci antinfiammatori, che però possono essere utilizzati soltanto nelle forme di infiammazione più acuta e però non possono essere usati a lungo termine. Un altro rimedio è poi il collare, utile per scaricare il peso dalle vertebre cervicali.

Infine, altre cure possono essere la fisioterapia, la chinesiterapia, la massoterapia, l’osteopatia e anche l’agopuntura. Ma un ultimo consiglio, forse quello più scontato, è quello di prendersi un po’ di sano riposo.