Siete single e non avete nessuna voglia del Principe Azzurro? Ok, sebbene l’autosufficienza sia una gran cosa, a letto potrebbe non essere del tutto soddisfacente. Quindi perchè non cercare partner che non debbano necessariamente trasformarsi in orsacchiotti da accudire, puntando invece direttamente e schiettamente alla ginnastica da camera?!?

Pare sia la nuova tendenza di alcuni siti di incontri. Uno in particolare, inventato da due ragazzI russi, è rivolto principalmente al pianeta venusiano: l’idea viene da una app che in molte città del mondo serve a trovare il taxi più vicino; in pratica è come un supermercato virtuale che invece di vendere fagioli in scatola, li offre rivestiti in pelle umana.

Insomma, le donne forse stanno cominciando a prendersi le loro libertà, come diceva Schicchi? Oppure si tratta di gentili concessioni del genere maschile, che pur di buttare qualunque cosa nella pentola di Gargamella, si trasforma improvvisamente in un silente esercito di oggetti sessuali messi su uno scaffale per essere presi, usati e poi gettati via?!?

Potrebbero essere entrambe le cose. E se è vero che una donna dovrebbe poter scegliere liberamente di farsi più uomini senza doverne amare nessuno e senza doversi sentire per questo una prostituta, non è sempre detto che il profilo corrisponda a tutti i tipi di esemplari femminili. E’ noto infatti che la femmina dell’uomo sia spesso una creatura sensibile, delicata, incapace di scindere tra sentimento e desiderio carnale. Eppure anche noi donne siamo capaci di diventare ciniche, specie se il genere maschile ci ha in qualche modo esasperato.

Dunque l’eventuale mercificazione del corpo marziano poco ci interesserebbe; in fondo è lo stesso esemplare maschio a chiedere spesso di essere usato sessualmente, senza alcun coinvolgimento emozionale nè obbligo morale. In fondo per loro, per i maschietti, non esistono certe tipologie di insulti; per loro mettere a disposizione il corpo è quasi un gioco (a parte rare eccezioni). O tutt’al più un piacere.

Diabolica invenzione maschile o conquista femminile che sia, l’ipotetica app per affittare fagioli in scatola potrebbe rappresentare una svolta epocale per la considerazione delle donne da parte della società. I ruoli si ribalterebbero e non esisterebbe più il maschilismo. Ma no, come al solito corro troppo. La vera rivoluzione sessuale e sociale non può partire semplicemente da uno smartphone, nè da un’attività così egoistica e riduttiva come la ricerca di un partner occasionale.

Tuttavia l’idea di scegliere un uomo-oggetto semplicemente con un dito, è quanto meno divertente. Futuristica. Fantascientifica, paradossale. O forse soltanto stupida. Ma di certo lascerebbe un senso di potere in mano alle donne, tanto intenso quanto ridicolo, che non troverebbe poi alcun riscontro nella realtà. Il tutto risulterebbe una grande, gigantesca burla. Ipocrita, contraddittoria, travestita da “omaggio” per donne. E guarda caso partorita da menti maschili.

photo credit: Don Hankins via photopin cc