Tempo di riassetti e di chiusure in casa SKY, anche se in questo caso sarebbe meglio dire in casa Fox. La divisione italiana del brand di News Corporation ha infatti annunciato diverse novità che interesseranno prossimamente alcuni dei suoi canali, con il taglio dal mercato italiano di FX e di Nat Geo Music, i quali continueranno però a essere disponibili in altri paesi.

A far discutere diversi fan di serie TV è la chiusura di FX, che Fox Channels Italy ha deciso di eliminare dal 1 luglio, assicurando però che le serie attualmente in programmazione sul canale andranno ad arricchire i palinsesti degli altri canali del gruppo presenti sull’offerta di SKY.

Galleria di immagini: Current TV

Passato negli ultimi anni da un restyling all’altro nel tentativo di trovare la sua giusta collocazione, FX non è riuscito però a imporsi in Italia, mantenendo piuttosto bassi gli ascolti nonostante la programmazione di prodotti di grande richiamo, compresi alcuni speciali su droga e criminalità di altissima qualità giornalistica ma evidentemente non in grado di conquistare una fetta di pubblico al di fuori della nicchia che seguiva il canale solitamente.

Di stessa sostanza, ma di percorsi differenti, si può parlare per Nat Geo Music, il canale musicale del marchio di National Geographic Channel che chiuderà le trasmissioni italiane il 31 agosto. Anche in questo caso il taglio è stato deciso per via degli scarsi riscontri in termini auditel ottenuti dal canale (che pare viaggiasse sui 300 contatti medi giornalieri), il quale però ha subito una sorta di involuzione dal giorno del lancio, passando dal proposi come luogo d’incontro tra musica e cultura, privilegiando un ascolto contestualizzato e fatto di brani etnici difficili da reperire su altri canali satellitari, a “semplice” canale musicale il cui palinsesto è caratterizzato dalla rotazione di musica di stampo più commerciale e popolare: un cambio di strategia fatto per attirare un pubblico più ampio che però non ha evidentemente pagato.

E mentre si sussurra della possibile sostituzione dei due brand tagliati con un paio di nuovi canali sempre in arrivo da Fox (si parla di un canale di documentari e di un altro dedicato all’intrattenimento), sono numerosi gli abbonati SKY che stanno protestando sul Web per alcuni tagli apportati all’offerta, visto che negli ultimi tempi sono scomparsi dalla piattaforma canali come Voce, Cooltoon, oltre a sembrare prossimo l’addio di Current, con quest’ultima vicenda in particolare che è diventata l’occasione per una polemica a distanza tra Al Gore, fondatore e proprietario di Current, e Tom Mockridge, amministratore delegato di SKY Italia, accusata per l’occasione di voler eliminare il canale per motivi politici più che commerciali.