La piattaforma di Rupert Murdoch è pronta per lanciarsi anche sul mercato del Digitale Terrestre. In questi modo, SKY conta di sopperire alle continue difficoltà di trasmissione degli eventi criptati della televisione generalista.

Dalla scorsa estate, Rai ha interrotto il contratto che la legava a SKY Italia. Per questo motivo, le trasmissioni in esclusiva delle reti generaliste, quali i match sportivi, vengono criptate per gli utenti SKY. Il bouquet RaiSat, invece, è stato dirottato sulla piattaforma gratuita TivùSat.

Tentando di tranquillizzare i propri abbonati in merito alla questione dello switch off analogico, SKY ha deciso di rilasciare, entro fine anno, la cosiddetta Digital Key: una chiavetta USB da collegare al decoder SKY per la visione digitale dei canali in chiaro.

In realtà, l’iniziativa di SKY lascia un po’ perplessi. La Digital Key, stando alle informazioni attualmente diffuse, risulta essere compatibile esclusivamente con i decoder SKY HD e MySky HD, posseduti da una quota assolutamente minoritaria di abbonati. Inoltre, questi pochi fortunati che godono dell’Alta Definizione, con ogni probabilità saranno già muniti di televisore HD Ready, quasi certamente dotato di decoder digitale terrestre incorporato.

La campagna, tuttavia, mira principalmente a rendere la visione della TV in chiaro più semplice possibile. La comodità è il fulcro dell’offerta: coloro che acquisteranno la Digital Key, infatti, potranno visionare i canali del Digitale Terrestre utilizzando lo stesso telecomando e la stessa guida canali marcati SKY.

Gina Nieri, consigliere di amministrazione di Mediaset, ha così commentato l’arrivo della Digital Key:

La chiavetta riguarda solo 300.000 utenti SKY su 4,5 milioni di abbonati, cioè coloro che hanno l’alta definizione e collegano il decoder a un televisore con il ricevitore per il digitale terrestre incorporato. In pratica, l’iniziativa serve a SKY per verticalizzare ancora di più la sua offerta, perché con il telecomando della piattaforma satellitare si può andare a usufruire anche di questa opzione. Tra l’altro con la chiavetta non è garantita l’interattività, né la possibilità di avere l’offerta a pagamento, né di vedere, per esempio, i canali di RaiSat, disponibili solo nelle aree all digital

Le reazioni della Rai non si son fatte attendere. La società è, tutto sommato, dello stesso avviso di Mediaset:

La chiavetta sarà disponibile soltanto per i decoder in SKY Hd e MySky Hd che costituiscono una quota di minoranza dell’utenza SKY (inferiore al 10%). Notoriamente, tutti i nuovi televisori sono obbligatoriamente provvisti di un decoder digitale terrestre integrato: la visione del digitale terrestre integrale è dunque già garantita dal televisore