Più longevi, più belli, più sani, e a quanto pare anche più felici. Questi sono gli effetti benefici previsti per chi dice stop al fumo, rinunciando completamente alla sigaretta sebbene spesso usata come antidepressivo, oppure come pausa rilassante e distensiva.

L’ultima scoperta effettuata dai ricercatori della Brown University e della University of Southern California, infatti, abbattefinalmente una convinzione profondamente radicata nella maggior parte dei fumatori incalliti, ma anche nelle persone che ammettono di fumare una o due sigarette al giorno, magari dopo alcuni momenti cruciali come i pasti o, ancora di più, il sesso.

Dire addio al fumo migliora in modo evidente l’umore, rendendo visibilmente più sereni e felici. Questa teoria è il risultato di un test condotto su 236 fumatori volontari decisi a smettere una volta per tutte. Per un certo periodo di tempo sono state monitorate le loro singole reazioni ogni volta che riuscivano a non fare uso di nicotina, e anche quando ricadevano nel vizio.

In definitiva, smettendo di fumare anche per un breve periodo, il benessere psichico è risultato subito evidente. Chi, invece, non è riuscito nel difficile intento di dire basta alle sigarette, ha mostrato uno stato mentale molto più cupo, triste e depresso degli altri.

Se in vantaggi dal punto di vista strettamente medico non sono sufficienti ad abolire la nicotina, forse questa scoperta rappresenta senza dubbio un valido incentivo in più.