Vero e proprio concentrato di energia: gli smoothie (dall’inglese smooth, che significa liscio) sono buoni, genuini e coloratissimi. Si preparano con frutta e verdura, a volte con yogurt (perfetti anche quelli probiotici o di soia, soprattutto se si è molto intolleranti al lattosio), più spesso con acqua; mai con latte o gelato, che trasformerebbe la bevanda in un milk shake. Le versione vegan dello smoothie prevede, invece, latte di soia o di mandorla. Vietata l’aggiunta dello zucchero, sia raffinato che di canna (per dolcificare è sufficiente aggiungere due datteri o due fichi secchi).

Ne esistono di diverse categorie: classici alla frutta, a base di verdura e i detox smoothies (che aiutano a depurare l’organismo unendo gli effetti benefici di frutta e verdura). Nel frullatore, se si desidera sperimentare nuovi gusti, si possono sempre aggiungere altri ingredienti che renderanno lo smoothie più gustoso ed energetico, come lo zenzero, la curcuma o la cannella.

I benefici

Il vero smoothie è liscio e vellutato. La variante più salutare prevede che ogni smoothie abbia tre parti di verdura fresca, una di frutta e una di ghiaccio. Questa soluzione, infatti, apporta notevoli benefici all’organismo con effetti anche sulla pelle, che appare più tonica, fresca e lucente. La tecnica, dunque, è molto semplice, basta prendere gli ingredienti, frutta e verdura, e frullarli direttamente con il frullatore a immersione. Il vantaggio di bere uno smoothie è legato all’elemento verde che uniamo alla frutta: il verde è alcalinizzante e la nostra dieta dovrebbe essere prevalentemente alcalina (almeno all’80%) perché l’acidità crea il terreno adatto per il proliferare di germi e batteri.

Per gustare al massimo gli smoothie e aumentare l’efficacia sull’organismo, è indicato berli a stomaco vuoto, almeno un’ora prima di ingerire altro cibo solido. L’effetto migliore, inoltre, si ha quando vengono bevuti la mattina.

Esistono delle combinazioni di frutta e verdura che aiutano a velocizzare il metabolismo, bruciare i grassi e avere uno pancia più piatta. È importante usare frutta e verdura fresca ed evitare prodotti congelati, nei quali spesso le vitamine sono in quantità inferiori.