Snellire gambe e polpacci è il desiderio di molte donne che amano sfoggiare shorts e mini e indossare tacchi alti con disinvoltura. Soprattutto i polpacci, infatti, sono una parte molto importante per il corpo e contribuiscono – quando lunghi e sottili – a rendere la silhouette più armonica.

È possibile snellire gambe e polpacci facendo attenzione all’alimentazione, adottando degli stili di vita più salutari e praticando un tipo di allenamento più adatto. Non tutti gli sport vanno bene, visto che ve ne sono alcuni, come ad esempio la corsa, lo step, la cyclette, che possono essere controproducenti.

Ideali, invece, sono il nuoto, in particolare lo stile rana, che dovrebbe essere praticato almeno 3 volte a settimana, o anche lo stretching che, oltre a distendere e a sciogliere i muscoli, aiuta a snellire gambe e polpacci. Il nuoto, tra l’altro, è particolarmente efficace poiché sollecita tutto il corpo e rilassa i polpacci i quali, di fatto, non compiono alcun movimento diretto e sono quindi “portati” a rimpicciolirsi. Le appassionate di bicicletta, quando pedalano, dovrebbero non appoggiare tutto il piede sul pedale ma solo i talloni, in modo da snellire gambe e polpacci più facilmente.

In genere, le caviglie e i polpacci grossi dipendono da una questione genetica, ma il problema può essere limitato  tramite l’esercizio e la dieta, come si diceva sopra, perché spesso si tratta di ristagno di liquido o accumulo di grasso. Oltre a questo, ecco a seguire tre esercizi da fare comodamente a casa.

  1. Appoggiate la schiena contro il muro e i piedi divaricati. Piegate le gambe fino a formare un angolo di novanta gradi tra il polpaccio e la coscia, come se ci si sedesse su una sedia invisibile. Rimanete così per 6 secondi e poi tornate alla posizione di partenza. Eseguite 2 serie da 10 movimenti, riposandovi tra una e l’altra.
  2. In piedi, allungate una gamba davanti a voi e l’altra dietro, separandole il più possibile e in maniera confortevole. In seguito, piegate il ginocchio davanti a voi e mantenete il piede posteriore appoggiato sul pavimento, sentendo bruciare il polpaccio posteriore. Tenete il torso e la schiena dritti, guardando di fronte a voi mentre continuate ad allungare, e quindi a far restringere il muscolo del polpaccio posteriore. Mantenete questa posizione per 10-15 secondi e ripetete dall’altra parte. Fate cinque di questi allungamenti per polpaccio.
  3. La posizione yoga del cane con la testa in giù è un’asana perfetta per allungare i polpacci e può essere eseguita da sola per far assottigliare i polpacci. Stendetevi sulla pancia con le mani sotto le spalle e i piedi non flessi dietro di voi. Usate le mani per sollevarvi dal pavimento, spostando il vostro peso sui talloni mentre i fianchi si muovono verso l’alto. Il vostro corpo dovrebbe avere la forma di una “V” capovolta, con le orecchie vicine ai gomiti e i talloni il più possibile appoggiati sul suolo. Mantenete questa posizione per almeno 25-30 secondi mentre avvertite un bruciore in entrambi i polpacci. Questo è uno dei migliori esercizi per allungarli contemporaneamente. Più avvicinate i talloni al pavimento, più efficace è l’allungamento.