Una commessa inglese 22enne, Sasha Gordon, sostiene che la sua somiglianza con la cantante (nonché connazionale e grande orgoglio britannico) Leona Lewis le stia cambiando la vita – in negativo.

Dal giorno in cui Leona è diventata una star grazie al talent show X-factor, infatti, pare che per le vie di Londra capiti spesso che le persone fermino Sasha per chiederle l’autografo, scambiandola per la star di “Bleeding Love”.

Sasha sostiene di aver fatto domanda per almeno 50 posti di lavoro negli ultimi sei mesi, ma dice anche che nessuno tra quelli che l’hanno chiamata per un colloquio si sono risparmiati un commento sulla sua somiglianza con la celebre cantante.

“Ho pensato di ricorrere alla chirurgia plastica per cambiare il mio aspetto”

ha rivelato la ragazza, per poi aggiungere:

“Nell’ultimo anno ho avuto difficoltà a trovare lavoro: i datori mi hanno scartato pensando che potessi rappresentare una distrazione!”

Ma la disperazione maggiore per la giovane commessa di abbigliamento pare essere da un lato il mobbing, e dall’altro l’essere pedinata:

“Tutti mi fermano, mi chiedono autografi e si comportano come se fossi io la vera Leona Lewis. La mia famiglia è preoccupata per come la mia vita sia cambiata”

Sasha sostiene che la sua somiglianza con Leona ha anche causato la rottura con il suo fidanzato, con cui stava da cinque anni. Se all’inizio, infatti, la faccenda sembrava divertente, alla lunga i fotografi, gli inseguimenti e le ragazzine che la fermavano per strada hanno cominciato ad infastidire il ragazzo…

Sasha, che ha provato a sfruttare il suo look entrando nel campo della moda, è convinta di essere comunque svantaggiata poiché:

“Leona è fantastica, ma è più famosa per la sua voce che per la sua personalità…”.

Eppure non sembra che somigliare a Leona Lewis sia il male peggiore o meno vantaggioso del mondo: Sasha, non è che attribusci troppe colpe a Leona e troppo poche a te stessa?