We care, Emilia! Ti pensiamo, Emilia! Un Decreto Legge, il Dl 74/2012, con disposizioni varie per lo stato di emergenza nelle zone colpite dal sisma.

Agevolazioni fiscali per gli immobili: i redditi dei fabbricati distrutti o gravemente danneggiati dal sisma non concorrono alla formazione del reddito imponibile ai fini Irpef e Ires e pertanto gli immobili colpiti sono esonerati dal pagamento dell’Imu. Le agevolazioni saranno valide fino a quando gli immobili saranno ricostruiti o completamente ripristinati. Sospeso il pagamento dei canoni di locazione degli immobili inagibili di proprietà dello Stato.

Agevolazioni tributarie: in base al decreto ministeriale del 1° giugno 2012, sono stati sospesi i tributi e le cartelle esattoriali che scadono tra il 20 maggio e il 30 settembre e sospesi anche, fino al 20 settembre, altri adempimenti in essere o in fieri: i termini per gli adempimenti e i versamenti dei contributi previdenziali, assistenziali e dell’assicurazione obbligatoria e per la notifica delle cartelle di pagamento e la riscossione delle somme da accertamento (articolo 29, Dl 78/2010).

Per la ricostruzione delle aree terremotate sono operativi gli interventi urgenti a favore dei Comuni delle province di Bologna, Modena, Ferrara, Reggio Emilia, Mantova e Rovigo: fra le altre misure stabilite, oltre alla sospensione del versamento Imu per gli immobili danneggiati anche il sostegno economico ai lavoratori. Queste le disposizioni contenute nel Dl 74/2012 pubblicato nella Gazzetta ufficiale n. 131 del 7 giugno.

In base ad un decreto del ministro del Lavoro definito in accordo con il ministro dell’Economia, che dovrebbe essere emanato entro trenta giorni dall’entrata in vigore del Dl in esame, sono stati decisi anche aiuti economici ai lavoratori: potranno usufruire di un’indennità, fino al 31 dicembre 2012, impiegati nel settore privato, co.co.co, rappresentanti commerciali, autonomi, se non possono svolgere la propria attività a causa del sisma.

We care, Emilia! Risorgerai dalle macerie con l’aiuto di tutti, ma soprattutto con l’impegno e la solidarietà della tua gente operosa, che ha saputo portare nel mondo splendidi esempi dell’eccellenza emiliana in tutti i campi. Terra generosa, terra laboriosa, terra ricca di tesori d’arte e di storia che non sarà un terremoto a distruggere, ma che dal dolore di oggi trarrà la forza per costruire e ricostruire per un futuro degno delle sue migliori tradizioni!!! Terra emiliana, terra italiana che amiamo con tutto il cuore!!!