Mamme italiane tra carenza di servizi per l’infanzia, caro vita e difficoltà di conciliazione tra lavoro e famiglia: per sostenerle nasce il progetto sociale di Procter&Gamble, allo scopo di incentivare la nascita di iniziative concrete a favore della genitorialità.

Il progetto “Più mamma non si può” – voluto da Procter&Gamble, la casa produttrice del celebre detersivo “Dash” – è stato presentato nel corso di un evento tenutosi nel comune di San Gervasio Bresciano, caratterizzato da una crescente natalità e simbolo di realtà urbana a misura di famiglia. Basti pensare che un quinto della popolazione residente ha un’età inferiore ai 15 anni, segno importante della presenza nel paese della bassa bresciana di servizi pensati per l’infanzia e la maternità.

Il fine dell’iniziativa è far nascere nel territorio nazionale tutta una serie di aiuti e programmi di sostegno alla maternità: per questo è stata lanciata la campagna “Idee per le mamme. Per un Paese a misura di famiglia”, che invita enti e associazioni non lucrative a proporre progetti di sostegno alle mamme in seguito valutati da una commissione di esperti presieduta da Roberto Marino, Capo del Dipartimento Politiche per la famiglia della Presidenza del Consiglio dei Ministri.

Per i progetti selezionati, che saranno valutati non solo tenendo conto delle idee di base ma anche di fattori inerenti la formazione di operatori specializzati e soprattutto la fattibilità di diffusione in tutta Italia, sono previsti contributi economici finalizzati a rendere concrete le proposte e realizzare iniziative di aiuto a favore delle mamme. Madrina dell’evento, tenutosi domenica 5 febbraio, è stata l’attrice, e mamma, Maria Grazia Cucinotta.

Fonte: Dash