Fare la spesa al giorno d’oggi è un’impresa alquanto impegnativa. Occorre saper scegliere tra la frutta e la verdura di stagione prediligendo la più fresca e contemporaneamente tenendo sotto controllo il portafoglio. Ma una soluzione forse c’è ed è una delle ultime tendenze di moda: coltivare un orto biologico. Si, anche se non si dispone di una giardino ci sono piante e frutti da seminare direttamente sul balcone.

Nel carrello della spesa in questa stagione non possono mai mancare carote, pomodorini, spinaci, cipolle, lattughe, ravanelli e fragole; tutte piante e frutti da coltivare sul proprio balcone, vediamo come. Le carote vengono seminate ad aprile e raccolte a luglio e agosto. Il terreno deve essere leggero e fertile. I semi vengono disposti in fila in un solco profondo 30-40 centimetri. La pianta può raggiungere un’altezza di 20 centimetri.

I pomodorini si piantano tra aprile e maggio in un terreno ben nutrito, leggero e drenato. Si raccolgono tra metà luglio e metà ottobre. Necessitano di molto sole e acqua e vanno sostenuti tramite dei legnetti da inserire nel vaso. Gli spinaci vanno seminati tra marzo e novembre posizionando i semi a una distanza di circa venti centimetri l’uno dall’altro. Gli spinaci estivi vanno raccolti dopo 2 mesi, quelli autunnali dopo 75 giorni.

Le cipolle sono di diverse varietà, dalla rossa alla gialla e bianca, rotonde, ovali o appiattite. Si piantano a marzo e aprile e si raccolgono tra settembre e novembre. Il terreno deve essere fertile e quando si semina è necessario che sia ben asciutto.

La lattuga richiede un clima temperato e un terreno ben drenato quindi occorre smuovere il terreno con una zappa o con un rastrello prima della semina che deve avvenire da gennaio a settembre. Esistono diverse tipologie di lattuga: a cappuccio, la brasiliana, la lattuga romana e l’iceberg.

Il ravanello si coltiva da marzo a giugno. Il terreno deve essere mescolato con ghiaia e torba e non serve concimazione prima della semina. La raccolta del ravanello viene fatta dopo un mese e mezzo dalla semina.

Le fragole richiedono terreni morbidi e ben nutriti. La semina va da febbraio a maggio e da settembre a dicembre e la raccolta va da giugno fino all’inizio dell’inverno. Le piantine vanno disposte in fila a distanza di una trentina di centimetri l’una dall’altra. Infine per chi ha la fortuna di avere un giardino si può coltivare un orto completo con pisellini, cetrioli, cavolfiori, fagiolini, lamponi e ribes.