Frutta e verdura di stagione, in questo periodo, completano una sana alimentazione che consente di fornire all’organismo sali minerali e vitamine di cui ha bisogno. In inverno spesso si consumano meno volentieri ma ora, invece, macedonie e contorni freschi sono ben graditi.

Per l’acquisto, non sempre si ha il mercato rionale nelle proprie zone o non si ha il tempo quotidiano da dedicarvi quindi, la spesa, molte volte per comodità, si fa una volta alla settimana. In questo caso, occorre conoscere anche i giusti metodi perché quanto acquistato si conservi in maniera adeguata.

La scelta è fondamentale, è bene abituarsi nel vedere e acquistare ortaggi che non presentano foglie già marce o secche, frutta con imperfezioni o eccessivamente matura. I mercati sono forniti di qualsiasi cosa si cerca ma è sempre preferibile acquistare prodotti di stagione. Una volta comprati, solitamente si ha l’abitudine di riporli in frigo, se però la frutta scelta è matura bisogna consumarla subito altrimenti marcisce. Il dilemma che si pone per la verdura è se sceglierla di conservarla cotta o cruda: nel primo caso bisogna poi procedere con il congelamento mentre per quella cruda il frigo è il luogo ideale.

Il congelamento prevede l’uso di sacchetti appositi dove bisogna sempre indicare la data di confezionamento per conoscere i tempi adeguati per la consumazione. Anche per chi vuole preparare il minestrone in casa, dopo aver lavato e tagliato tutte le verdure, bisogna confezionarlo, meglio in piccole porzioni, così da usare solo la quantità necessaria.

L’apposito scomparto in frigo, è stato pensato per garantire una conservazione ottimale e, per essere certe che non si corra l’immediato rischio della muffa, si possono usare dei pratici contenitori che creano il sottovuoto.

Per essere lavate, frutta e verdura non devono essere lasciate a bagno, ma sciacquate sotto l’acqua, se è presente della terra meglio usare una spazzola. La cottura da preferire, per mantenere inalterate le proprietà, è quella al vapore oppure immergere la verdura solo per pochi minuti nell’acqua in ebollizione. Proprio per questa ragione, quando ad esempio si preparano le orecchiette con le cime di rapa, si bolle la pasta nell’acqua in cui è stata cotta la verdura, un accorgimento utile perché si possa portare in tavola un piatto sano.

Per le patate, un piccolo segreto è quello di conservarle all’interno di un sacchetto di cartone in un luogo fresco e buio, così da trovarle prive di germogli anche dopo diverso tempo. Per gli asparagi, se non sono consumati subito, è necessario privarli delle estremità e immergerli nell’acqua mentre, l’insalata ritrova un bell’aspetto mettendola a bagno per circa mezz’ora con un po’ di zucchero.