Tutti i bambini spesso fanno dei capricci terribili e talvolta sono aggressivi. Oppure sono iperattivi?

Secondo un recente studio, alcuni alimenti possono provocare delle reazioni nel cervello di alcuni bambini, come la cioccolata, l’uva, le arance e i formaggi. Perciò se il tuo bambino ha dei comportamenti antisociali sarebbe opportuno limitare il consumo di questi alimenti.

Le intolleranze alimentari

Qualche cambiamento nella sua alimentazione potrebbe far migliorare il suo comportamento. Dallo studio è emerso che altri alimenti, come ad esempio le banane, il pollo e il riso, esercitano un’azione calmante sui bambini, perché non contengono delle sostanze che possono causare intolleranza. Se è possibile riuscire a calmare il tuo bambino, forse vale la pena di provare. Quindi cerca di preparare tu stessa dei gustosi bocconcini di pollo e per merenda dagli una bella banana schiacciata, insieme alla mela grattugiata.

Perché talvolta spinge, morde e dà i pizzichi?

Ricordi quando pensavi che tuo figlio fosse un angioletto incapace di far del male a una mosca? Invece, a volte, sembra diventare un diavoletto. Ma da dove viene l’aggressività improvvisa che spesso mostrano i nostri bambini? Questo fenomeno tende a manifestarsi quando i bambini diventano un po’ più autonomi e spesso si tratta del modo più semplice per manifestare le loro emozioni.

I bambini, infatti, si rendono conto di essere delle persone autonome, che hanno bisogno di dire la loro e di farlo sapere a tutti. Anche se, ovviamente, sei dispiaciuta per il cattivo comportamento del tuo bambino, tieni presente che si tratta semplicemente di una fase.

Tutti noi dobbiamo lottare almeno un po’, a questo mondo, quindi la nuova grinta che mostra il tuo bambino in fondo non è un fatto negativo. Il piccolo deve semplicemente imparare a gestire questa grinta nel modo migliore.

E se si mostra stressato?

È questione di famiglia. Non ci sono davvero dubbi in proposito: fare la mamma è il mestiere più meraviglioso del mondo. Tuttavia può essere anche stressante, specialmente se hai altre preoccupazioni. Sapevi però che il modo con il quale affronti lo stress può avere un effetto sul tuo bambino? Una nuova ricerca ha, infatti, dimostrato che i bambini che hanno i genitori stressati sono meno soddisfatti della loro vita, rispetto a quelli che invece hanno il papà e la mamma che non soffrono di stress.

Sembra che la presenza di un genitore che soffre di stress possa avere conseguenze emotive a lungo termine sul bambino. Essere delle madri e dei padri felici vuol dire avere dei figli felici. Quindi, la prossima volta che ti senti sul punto di scoppiare, ricorda che vicino a te c’è il tuo bambino, che guarda e ascolta quello che dici. Prova ad affrontare la vita con un po’ più di calma, in modo che il tuo bambino non possa risentire in maniera negativa del tuo cattivo umore.