Nella vita di tutti i giorni conciliare troppe attività è spesso stressante. Tra ufficio, casa e palestra… è altrettanto vero però, che praticare sport produce alla mente e al corpo un senso di benessere che ci aiuta ad affrontare meglio la vita.

A volte purtroppo, il tempo sembra non bastare mai per conciliare allenamento e il resto delle attività giornaliere. Molte persone infatti si trovano costrette, lavorando tutto il giorno (o quasi), a frequentare la palestra la sera. Ma quante di noi, effettivamente, riescono a tenere il ritmo della fatica d’allenamento con la stanchezza del lavoro?

Molti si scoraggiano dopo qualche allenamento e lasciano la palestra, perché dopo una dura giornata di lavoro è più comodo sdraiarsi sul divano che armeggiare con gli attrezzi da palestra. La giornata lavorativa è talmente stressante che il rimettersi in forma, nelle nostre volontà, è quasi totalmente debellata.

Cosa facciamo ora, diciamo addio al nostro obiettivo? Basta palestra? No. Come dicono i ricercatori della McMaster University di Hamilton, la forza di volontà può essere allenata, proprio come il nostro fisico. Alcuni studenti universitari si sono sottoposti ad un test d’attività fisica, terminata la prima seduta, se n’è praticata un’altra: è stato notato che per la stanchezza della precedente i ragazzi hanno avuto un calo di performance. Ciò non permetterebbe di ottenere il massimo risultato.

I pochi e buoni consigli che possono dare gli studiosi sono lo scriversi in un’agenda il programma della giornata per motivarsi, o fare amicizia in palestra per sostenersi a vicenda nella fatica. Se poi non si riesce ugualmente a tenere il ritmo, si consiglia uno sport da praticare la mattina prima del lavoro, dove possibile.