Evidentemente venti minuti di ritardo saranno sembrati davvero un’eternità per il parroco della chiesa di Santa Rosa da Viterbo in uno dei quartieri di Livorno, che avrebbe dovuto celebrare le nozze di due giovani innamorati.

Sì perché tutto era pronto. Gli invitati, i fiori, la musica, lo sposo in attesa dell’arrivo della sua bella, e il prete, lì al centro, pronto a unirli in matrimonio. Ma la sposa non arriva. Passano i minuti, che a poco a poco diventano sempre più lunghi, fino a che padre Maurizio De Sanctis, per tutti lì nel quartiere Padre Nike, decide di prendere in mano la situazione e celebrare ugualmente messa, anche senza sposa.

Galleria di immagini: Matrimoni insoliti

Così, tra lo sguardo costernato dei presenti e l’imbarazzo dello sposo, rimasto in piedi fino all’arrivo della sua futura consorte, la celebrazione ha inizio. Fortunatamente per tutti, ma soprattutto per la sposa che certamente avrebbe sperato in un ingresso del tutto diverso, la ragazza con l’abito bianco arriva due minuti dopo l’inizio delle Letture, quindi più o meno tutto sotto controllo.

Certo è che questa scelta oltre a far molto sorridere per l’assurda bizzarria della vicenda, ha fatto il giro della città e, a chi ha chiesto al parroco il perché di questa insolita decisione, lui ha spiegato le sue ragioni:

«Si trattava di una messa parrocchiale e non di una funzione riservata. Ecco perché ho iniziato senza la sposa. L’ho fatto soprattutto per i bambini del catechismo che erano in chiesa dalle dieci e per l’attesa cominciavano a spazientirsi perché erano stanchi».

Fonte: La Stampa