Ideato da un’associazione di medici, il Physicians Committee for Responsible Medicine (Pcrm) di Washington, lo spot di cui stiamo per parlare ha già suscitato forti polemiche negli Stati Uniti.

Molto direttamente, infatti, prende di mira la pericolosa alimentazione basata sui cibi di fast food e, inevitabilmente, finisce col fare dei chiari e inequivocabili riferimenti alla catena McDonald’s.

Nato con l’obiettivo di sensibilizzare le persone verso un’alimentazione corretta e sana per la prevenzione delle malattie cardiovascolari, “Consequences”, questo il suo nome, utilizza anche strumenti ironici per attaccare il colosso dei fast food.

Con un sottofondo musicale piuttosto inquietante, si vede, infatti, un uomo morto disteso sul tavolo dell’obitorio che tiene ancora tra le mani il panino con l’hamburger che, probabilmente, lo ha ucciso.

Il logo di McDonald’s è chiaramente visibile in sovra impressione, insieme allo stravolgimento ironico del suo storico slogan. Si legge infatti “I was lovin’it“, ovvero “Mi piaceva”.

Così una donna vestita di nero, consolata da un medico, piange la morte dell’uomo disteso vicino a lei fino a quando le immagini spariscono per lasciar posto alla frase “Colesterolo alto, pressione sanguigna alta, infarto”.

Ecco, qui di seguito, il video dello spot choc.