Lo squat è un esercizio perfetto per allenare le gambe, i glutei e, in parte, i muscoli del tronco: in vista della prova costume, ma anche degli short e delle minigonne che la faranno da padroni negli outfit estivi, quindi, non c’è niente di meglio per tonificare tutta la parte inferiore del corpo.

Lo squat è arrivato nelle nostre palestre insieme agli altri due esercizi del powerlifting, disciplina sportiva non olimpica simile al sollevamento pesi, cioè la distensione su panca piana e lo stacco da terra, ma ben presto è diventato comune nell’allenamento di tutte le persone che vogliono una tonicità garantita, per cui sono necessari anche un’alimentazione corretta e uno stile di vita sano.

La corretta esecuzione dello squat, però, può risultare difficile, perché richiede un controllo notevole sul tronco e sulle ginocchia. Per questo abbiamo chiesto ai master fitness trainer Marco Giannuzzi e Tania Simonetti, della palestra romana H2o Concept, di spiegare in un video tutorial come eseguire correttamente gli squat, per non commettere errori.

[leovideo id=’390415′ autostart=’false’ onclick=’0′ related=’true’ exclude=’390416′ termid=’2499′ ]

Come eseguire correttamente gli squat

Gli squat spiegati nel video tutorial possono essere eseguiti anche a casa con il bilanciere (iniziando con la barra senza peso o con un peso leggero per le prime volte), prestando molta attenzione e facendo in modo che siano preceduti dal giusto riscaldamento e seguiti dal necessario stretching.

Siete ora pronti per eseguire gli squat.

  • Prendete un bilanciere adatto alle vostre capacità, adagiatelo a terra e posizionate i piedi leggermente divaricati sotto il bilanciere. Afferratelo con le mani più o meno alla larghezza delle spalle, piegate le gambe e posizionate bene i talloni in spinta verso il basso, fate un’estensione verso l’alto e fermatevi con il bilanciere davanti al viso, la schiena ben dritta e l’ombelico tirato verso dentro.
  • Posizionate il bilanciere dietro la testa e iniziate lo squat, mantenendo i talloni bel piantati a terra, l’ombelico verso dentro e le spalle lontane dalle orecchie: piegate le gambe come se dietro di voi ci fosse una sedia su cui volete sedervi e soffiando tornate su.
  • Inizialmente effettuate un piegamento non troppo ampio, mantenete sempre lo sguardo avanti e dopo un numero di ripetizioni ritenuto sufficiente fate l’ingaggio del bilanciere, riportandolo a terra piegando le gambe. Fate 3 serie da 5/10 ripetizioni: tra una serie e l’altra vi fermate e vi riposate almeno 60 secondi e riprendete.