Pare che il braccio di ferro giuridico tra Valerio Staffelli e Fabrizio Del Noce stia per giungere a un epilogo. È stato fissato a martedì 22 settembre il processo, che prevede la replica degli avvocati difensori dei due, entrambi compariranno come “imputati” e “parte lesa”, dopo che il pubblico ministero ha chiesto quattro mesi di reclusione per Staffelli, accusato di violenza privata, e a Del Noce il pagamento di una multa di quattrocento euro per lesioni.

Il 30 novembre 2007, Staffelli aveva seguito e cercato di parlare con il direttore di Rai Fiction, che si trovava in un ristorante di Roma, e questi, una volta a contatto con il corrispondente di Striscia la Notizia, che voleva donargli un Tapiro d’Oro, gli ha strappato il microfono e glielo ha sbattuto sul naso con violenza.

Secondo le perizie presentate al giudice, in seguito a quel colpo, Staffelli avrebbe perso il senso dell’olfatto, ma gli avvocati di Del Noce sostengono che si sia trattato solo di legittima difesa. Dal canto loro, i difensori di Staffelli affermano che il giornalista TV stava svolgendo solo il suo lavoro.

A suo tempo, l’aggressione fu filmata e mandata in onda nel corso del programma diretto da Antonio Ricci. La trasmissione (e in particolare Staffelli) non sono nuovi a questi episodi, tuttavia le aggressioni non avevano raggiunto mai queste dimensioni.