Un flop senza appello. Così possiamo definire “Star Academy”, il talent che non avrebbe dovuto far sentire la mancanza di “X Factor”, approdato quest’anno su SKY, e che invece si è rivelato un totale disastro televisivo. Sì, perché dopo la frettolosa chiusura, adesso l’accademia musicale sarà privata anche di un degno vincitore.

Dopo solo tre puntate, una più disastrosa dell’altra, in cui da un misero 6,41% di ascolti della prima puntata si è arrivati a toccare il 4,61% alla terza, la trasmissione è stata cancellata dal palinsesto di Rai 2 senza pensarci troppo.

Galleria di immagini: Star Academy, i concorrenti

E tra l’altro, come si sarebbe potuti andare in onda senza conduttore? Già, perché anche Francesco Facchinetti, al timone della trasmissione, aveva pensato bene di abbandonare la nave che stava palesemente colando a picco.

Così, senza mezzi termini, si era pensato di chiudere baracca decretando un vincitore di sabato, durante la trasmissione “Sabato Academy” condotta da Daniele Battaglia e Alessandra Barzaghi. Poi però, forse anche per le minacciose dichiarazioni dei giovani concorrenti del talent, assolutamente contrari a una chiusura anticipata che decretasse un vincitore dopo solo tre puntate, le intenzioni dell’azienda improvvisamente sono cambiate.

Da un comunicato emesso dalla Rai si legge infatti che anche il daytime, “per sopravvenuti problemi editoriali” in accordo con la Endemol, produttrice del format, non si farà. Insomma, la partita è stata persa e senza neanche l’onore di un vincitore, come invece è potuto accadere a un altro programma flop come “Baila!”, che almeno una coppa l’ha potuta consegnare.

E adesso, dopo l’annunciata sconfitta, è il turno del Codacons che, dalla parte del consumatore, chiede alla Rai di restituire i soldi del televoto a quei telespettatori che hanno seguito il talent e che hanno votato i loro preferiti. Pare ovvio infatti per il Presidente del Codacons, Carlo Renzi, che l’azienda di viale Mazzini risarcisca fino all’ultimo centesimo il denaro speso in votazioni che si sono rivelate praticamente nulle data la mancanza di un vincitore.

Fonte: Ansa