Il CdA Rai ha deciso: questa sera su Rai Tre riparte “Parla con me”, il talk show satirico di Serena Dandini. Al TgLa7 di Enrico Mentana, la Dandini ha definito il comportamento della direzione Rai un semplice sistema per “tenerci sulle spine”.

Ma nonostante il “Sì” da parte della Rai, non mancano le polemiche per questo ritardo nell’accettare il ritorno del programma su Rai Tre. Secondo la Dandini questa situazione porta all’autocensura e può essere davvero dannosa, soprattutto se limita la libertà di fare televisione:

Non siamo vittime né martiri, ma professionisti che lavorano. Siamo pronti ad andare avanti, anche se è tutto molto faticoso e difficile, segnali piccoli e grandi di questo grande fratello che ti sopravvede e che ti senti addosso. Noi stessi abbiamo paura di cadere nell’autocensura. E quando fai il retropensiero del “mi conviene” è un passo indietro, è grave per un paese. Non lo dico per me che ho fatto la mia carriera e non vedo l’ora di andare ai giardini. Lo dico per i nuovi: così non si impara il coraggio, la creatività ma il servilismo e questo è molto grave.

Ad ogni modo non si scende a compromessi: la satira del programma non si tocca. A riprova del fatto che il programma non cambierà di una virgola, anche quest’anno torna la satira su Augusto Minzolini:

Avevo chiamato Minzolini per avvisarlo che anche quest’anno era preso in giro. La satira è uno degli ingredienti del programma da otto anni e la faremo liberamente come sempre. Per fare una buona tv di qualità ci vuole libertà, che è anche la forza del servizio pubblico. Escludo che il futuro della Rai possa essere meno libero di quanto non sia stato nell’epoca del monopolio.

Certo, con più di dodici autori agguerriti e con le matite ben appuntite non si può mettere a tacere la satira. Addirittura, in uno spot finto vedremo George Clooney provare le miscele di caffè con i simboli dei più famosi partiti politici e terminare l’assaggio con il commento: “f**k in… broda”.

Confermati inoltre Ascanio Celestini, Andrea Rivera, le inchieste politiche di Zoro, il Trio Medusa con “Italia’s got Parlament” e Elio e le storie tese.